ASCOLI – PISA 2-4 

Ad inizio match partono meglio i padroni di casa che gia al 3° si portano in vantaggio, Cacia serve Favilli che in area salta il difensore e tu per tu con Ujkani lo beffa con un tiro a giro.

La reazione del Pisa non tarda ad arrivare, dal gol dello svantaggio la formazione di Gattuso si rende sempre più pericolosa nella porta presieduta da Lanni, dopo un forte pressing, gli ospiti trovano il pareggio al 25°, punizione battuta rasoterra che aggira la difesa ascolana, Masucci più veloce, in scivolata riesce a battere Lanni. Il Pisa non si ferma e ribalta la partita, al 37° calcio di punizione che si stoppa sulla barriera, sulla ribattuta Mannini con un tiro da fuori riesce a superare il portiere avversario con una leggera deviazione.

Primo tempo da dimenticare per l’Ascoli che al 43° subisce il gol del 3-1, cross di Gatto per Masucci che batte ancora una volta Lanni.

Nel secondo tempo, l’Ascoli tenta di riprendere il match, al 48° arriva il gol che accorcia le distanze, tiro di Orsolini, deviazione del portiere avversario, Cacia più veloce dei difensori di testa gonfia la rete. Nella ripresa, nel momento migliore dell’Ascoli il Pisa chiude la partita con il gol del 4-2, al 64° tiro di Angiulli dalla distanza, complice anche una deviazione, spiazza Lanni. L’Ascoli perde in casa dopo 11 risultati utili consecutivi, per il Pisa una vittoria che da un po d’ossigeno alla classifica.

CESENA – PRO VERCELLI 1-2 

Gara in equilibrio nei primi 10 minuti, dal 15° la Pro vercelli aumenta il pressing, dopo 3 minuti trova il gol del vantaggio, cross dalla fascia, la palla rimane in area, Bianchi il più veloce degli attaccanti, riesce a battere Agliardi che si fa passare la palla tra le mani.

A gara sbloccata il Cesena si sveglia e al 21° arriva al gol del pareggio, Rigione, da calcio d’angolo riesce ad insaccare la palla con un colpo di testa.

Il primo tempo finisce in pareggio con un sostanziale equilibrio tra le due formazioni.

Nel secondo tempo, la partita è scarna di occasioni, ma al 75° il Cesena si riaffaccia in avanti con un tiro di Cocco, bravo Provedel che si allunga e devia in angolo.

All’82° gol della Pro Vercelli che si riporta in vantaggio, punizione battuta corta da Mammarella per Emmanuello che con un destro rasoterra batte Agliardi che forse non vede partire il tiro. Il Cesena va vicina al pareggio, a tempo scaduto Cocco non riesce a mettere la palla in rete e calcia la palla alta sopra la traversa.

Vittoria fondamentale per la Pro Vercelli che tenta di uscire dalla zona retrocessione.

FROSINONE – HELLAS VERONA 1-0

Sfida ai vertici, il Frosinone primo cerca di allungare in classifica, mentre l’Hellas Verona vuole una vittoria per riprendere il controllo della vetta.

Gara statica nei primi minuti, occasioni per entrambe le squadre; sostanziale situazione di equilibrio che viene spezzato da un calcio di rigore concesso al Frosinone, fallo di Romulo su Maiello, contatto molto dubbio, ma per il direttore di gara non ci sono dubbi. Dal dischetto va Ciofani che spiazza Nicolas e porta in vantaggio la squadra di Marino.

Il Frosinone gioca meglio, al 28° Dionisi ha la possibilità di andare sul 2-0 ma il suo pallonetto sfiora la traversa. Al 33° ancora i padroni di casa, colpo di testa di Ciofani, bravo Nicolas che non si fa sorpredere e devia in angolo.

Il primo tempo finisce sul risultato di 1-0, dove il Frosinone non ha lasciato spazio agli uomini di Pecchia. Nella ripresa il Verona tenta di rimettere in piedi il match con alcune azioni in cui la difesa frusinate riesce bene a sventare.

Al 75° occasione per Bessa che non trova il gol del pareggio mandando a lato la palla. L’Hellas ci crede, ma la squadra di casa resiste, all’86° Bardi in uscita respinge un tentativo di Zuculini. Dopo 5 minuti di recupero il Frosinone ottiene 3 punti d’oro che lo proiettano al primo posto in classifica allungando sulle altre, mentre il Verona perde e scivola al quarto posto a pari punti con il Benevento.

NOVARA – SPEZIA 2-1

Al Piola il Novara ospite lo Spezia, che viene da 4 risultati utili consecutivi, mentre i padroni di casa cercano punti per la zona playoff.

Al 15° occasione Novara, cross dalla destra, Mantovani si coordina molto bene, ma il suo tiro si stampa sulla traversa.

Al 28° gol del vantaggio dei padroni di casa, gran sinistro di Macheda che trova l’angolino basso, niente da fare per Chichizola.

La gioia del Novara dura poco, infatti al 34° Granoche sfrutta il buco della difesa su lancio di Djokovic e insacca il pallone dell1-1.

Primo tempo che regala emozioni, al 42° tiro cross di Dickmann che colpisce la traversa negando la gioia del gol ai tifosi, ma sul finale il Novara riesce a riportarsi in vantaggio, ottimo cross di Chiosa per Galabinov che incorna battendo il portiere avversario.

Nella ripresa lo Spezia cerca il pareggio, ma è il Novara che va vicino al doppio vantaggio, ancora con Galabinov che da due passi si divora il gol.

Sul finale di tempo i padroni di casa non riescono più a ripartire per via del forte pressing dello Spezia, ma la partita finisce sul risultato di 2-1 per la squadra piemontese.

Il Novara con questa vittoria si porta ad un punto proprio dallo Spezia.

 

 

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here