Il punto sulla XXXIII giornata di Serie B: Il Verona riprende la Spal al secondo posto, la Ternana crede ancora nella salvezza (seconda parte)

0
261

Nella 33° giornata di Serie B l’Hellas Verona riesce a riportarsi al secondo posto a pari punti con la Spal, il Benevento vince in casa dello Spezia e ritrova fiducia dopo i risultati non positivi delle ultime partite e la Ternana con Liverani centra la terza vittoria in quattro partite.

NOVARA-TERNANA 1-2

Squadra di Boscaglia alla ricerca di una vittoria per rimanere in corsa palyoff, ma davanti a sé si trova una Ternana che nelle ultime tre partite ha ottenuto due vittorie, risultati molto positivi per non retrocedere.

Nei primi minuti sono proprio gli ospiti a iniziare meglio la partita, ottima azione di Petriccione che con un lancio smarcante favorisce l’inserimento di Palombi che davanti al portiere non riesce a trovare la deviazione vincente.

Con il passare dei minuti la gara si fa sempre più bloccata, con il Novara che si lancia sempre più in attacco, ma le sue occasioni sono sventate bene dalla formazione di Liverani.

Sul finale di tempo è il Novara che va vicina al vantaggio con Galabinov che direttamente da punizione colpisce il palo esterno; l’ultima azione del primo tempo è sulla testa di Petriccione che non riesce ad angolare bene la conclusione favorendo l’intervento di Da Costa.

Ad inizio ripresa è la Ternana a spingere e trova la rete del vantaggio con Palombi, miracolo di Da Costa sul tiro dalla distanza di Petriccione, sulla ribattuta si avventa per primo Palombi che a porta vuota mette dentro la palla del vantaggio ospite.

Il Novara tenta di riportarsi in attacco dopo il gol subito, ma le occasioni create sono bloccate dall’ottima difesa avversaria, al 71° Galabinov ci prova ancora da punizione ma Aresti vola e devia il pallone in calcio d’angolo.

Al 78° i padroni di casa nel loro miglior momento della partita riescono a trovare il gol del pareggio con Calderoni che in area di rigore calcia la palla sotto la traversa; equilibrio tra le due squadre che dura poco perche appena passati sei minuti ci pensa ancora Palombi, che segna la sua doppietta personale, l’attaccate si ritrova a tu per tu con l’estremo difensore avversario, scegli l’angolino giusto e segna il 2-1 a favore della Ternana che ottiene tre punti importantissimi in chiave salvezza.

PERUGIA-VICENZA 1-0

Gara equilibrata e senza molte occasione al Curi tra Perugia e Vicenza.

Nei primi minuti di partita sono i padroni di casa a proiettarsi maggiormente in attacco sprecando un’ottima occasione con Nicastro al 25° che manda il suo colpo di testa addosso al portiere avversario.

Al 44° Adejo salva il suo Vicenza con un importante intervento difensivo sull’incursione da sinistra di Di Chiara. Primo tempo che si conclude sul risultato di 0-0 tra l’equilibrio delle due squadre.

Situazione di stallo che continua anche nella ripresa, ma al 51° è il Perugia ha rendersi maggiormente pericoloso ancora con Nicastro che non trova la porta con un colpo di testa su cross di Acampora, sul ribaltamento di fronte c’è un’opportunità anche per il Vicenza con De Luca che anticipando Rosati per poco non beffa la difesa umbra.

All’87° il Perugia anche se non brillando particolarmente riesce a sbloccare la partita con il gol di Mustacchio grazie ad un colpo di testa in avvitamento direttamente da calcio d’angolo.

La partita finisce con la vittoria dei padroni di casa che riescono a ritornare al quarto posto in classifica.

PISA-SALERNITANA 0-1

Altra partita sbloccata solo nel finale è quella tra Pisa e Salernitana, dove la squadra di Gattuso non è mai riuscita nel corso di tutta la gara a creare dei seri problemi agli ospiti.

Unico squillo del primo tempo è al 39° dove la Salernitana ha un grande occasione per portarsi in vantaggio, ma Odjer con un gran destro dal limite sfiora di pochi centimetri il palo.

Nella ripresa gli ospiti pressano con maggior intensità nella porta coperta da Ujkani, ma le loro conclusione sono deboli e senza troppe pretese.

Al 64° Bollini apporta il cambio decisivo alla partita, inserendo Rosina al posto di Joao Silva, proprio il neo entrato appena cinque minuti più tardi porta avanti la sua squadra, sponda di Coda dalla fascia per Rosina che da due passi a porta completamente vuota mette dentro la palla del vantaggio.

Tre punti davvero importanti per la Salernitana che va sempre più vicina al miracolo dei playoff.

PRO VERCELLI-BARI 1-0

La Pro Vercelli sta passando un periodo molto positivo, favorito anche dall’uscita dalla zona playout, mentre la squadra di Colantuono vuole proseguire la sua corsa verso i playoff sognando la Serie A.

I padroni di casa iniziano molto bene la partita con Bianchi che spaventa il Bari non trovando con la sua conclusione la specchio della porta; gli ospiti non si danno per vinti e cercano di portarsi in attacco, ma l’occasione più importante per la squadra di Colantuono è sui piedi di Brienza che da posizione defilata calcia a lato di poco.

Al 30° la Pro Vercelli riesce a sbloccare una gara all’apparenza equilibrata, con Emmanuello, palla giocata al centro da Palazzi che trova l’attaccante il quale totalmente libero in area di rigore riesce ad imbucare la palla in porta.

Il Bari nella ripresa si porta maggiormente in attacco e crea qualche brivido alla difesa avversaria, al 56° gol annullato proprio alla formazione di Colantuono per fuorigioco, Moras mette in rete dopo una traversa colpita da Floro Flores, ma la posizione del greco è giudicata irregolare.

Al 59° ancora Bari, punizione di Salzano per Floro Flores che di testa stacca ma colpisce solo l’esterno della rete; all’85° la Pro ha l’occasione per portarsi sul 2-0 e chiudere definitivamente la partita, ma il palo nega la gioia del gol a Palazzi a portiere ormai battuto.

La partita finisce 1-0 a favore dei padroni di casa che trovano il settimo risultato utile consecutivo, mentre per i pugliesi è la terza gara senza reti.

SPEZIA-BENEVENTO 1-3

Lo Spezia che in casa ha fatto la maggior parte dei punti in questo campionato, affronta il Benevento il quale con gli ultimi risultati si è allontanato dalla vetta della classifica.

La squadra di Di Carlo inizia con il piede sull’acceleratore e al 12° riesce subito a portarsi in vantaggio con il gol di Piccolo che dalla fascia si accentra e calcia, ottima la sua conclusione che non lascia scampo al portiere avversario.

Dopo il gol dello svantaggio il Benevento si fionda in attacco, creando diversi problemi alla difesa dello Spezia, al 38° Ciciretti con un ottimo dribling viene steso in area da Djokovic, per Picco non ci sono dubbi è rigore, dal dischetto va Ceravolo che con un bella conclusione spiazza Chichizola portando in pareggio la partita.

Nel secondo tempo i padroni di casa non riescono più a trovare quella cattiveria della prima frazione lasciando troppo spesso la gestione del gioco agli avversari.

Al 65° Ceravolo ha l’occasione per segnare ancora ma la sua conclusione, troppo debole, è deviata a porta vuota da Ceccaroni. Il pressing del Benevento è sempre più forte e all’81° riesce a ribaltare la partita e a trovare il vantaggio con Melara che da un ottimo cross di Ciciretti segna il 2-1 con un colpo di testa.

Negli ultimi minuti di partita il Benevento riesce a portarsi anche sul 3-1 ancora con uno straordinario Ciciretti, che servito da Ceravolo, batte Chichizola con un destro sporco.

A tempo ormai scaduto lo Spezia avrebbe l’opportunità di accorciare le distanze dal dischetto, ma la parata di Gori sul tiro di Granoche è l’emblema di un’ottima partita del Benevento.

TRAPANI-VERONA 0-2

Partita equilibrata nel primo tempo tra Trapani e Verona, squadra di Pecchia che con una vittoria riprenderebbe al secondo posto la Spal reduce dalla sconfitta contro l’Avellino, mentre la formazione di Calori crede nella salvezza e con i tre punti si porterebbe in una posizione favorevole.

Il Trapani fa la partita con un grande possesso palla, ma le occasioni più importanti sono per il Verona che va vicina al gol con Zaccagni ma Pigliacelli con un grande intervento gli chiude lo specchio della porta, poi sul finale di primo tempo mischia pericolosa nell’area dei padroni di casa, palla che rimane al centro ma il portiere avversario è reattivo e fa sua la sfera.

Il Verona trova il gol del vantaggio subito ad inizio ripresa con Pazzini che al primo pallone utile non sbaglia, cross dalla sinista di Siligardi per l’attaccante ex Serie A che da pochi passi non sbaglia, mettendo in discesa una partita non troppo facile.

Al 62° minuto il Trapani si porta in attacco cercando il pareggio con Jallow ma il suo tiro risulta troppo flebile per impensierire Nicolas.

Nei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro, il Verona chiude definitivamente la partita portandosi sul 2-0 grazie al gol di Luppi che sfrutta un buco difensivo avversario e arrivato a tu per tu con il portiere avversario sceglie l’angolo giusto e sigla la vittoria ospite, portando la sua squadra al secondo posto a pari punti con la Spal.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here