Il punto sulla 25° giornata di Serie B (prima parte)

0
162

Nella 25° giornata di Serie B ci sono stati risultati molto importanti soprattutto quello del Benevento contro la Pro Vercelli che si porta nel secondo posto della classifica e quello dell’Avellino a discapito di un Cittadella sottotono nel secondo tempo.

BARI-TERNANA 3-1

Il Bari inizia molto bene la partita schiacciando nella propria metà campo il Ternana, questo pressing al 6° minuto porta al gol del vantaggio della squadra di Colantuono con Brienza che davanti ad Aresti lo riesce a battere grazie a un tocco sotto.

Al 25° doppio giallo di Coppola (Ternana), gia ammonito al primo minuto, che lascia in 10 i suoi compagni.

Ma a tempo ormai scaduto arriva la rete del pareggio della Ternana con l’ex della partita Di Noia da punizione battuta da Ledesma per Meccariello che fa da torre per il tiro dell’attaccante che preciso riesce a pareggiare.

Nel secondo tempo il Bari entra meglio dagli spogliatoi e al 48° si ritrova ancora in vantaggio con una mezza rovesciata di Galano che batte Aresti su assist di Brienza. Per tutta la seconda frazione la squadra di Colantuono controlla e gestisce la partita e al 73° arriva il goal di Floro Flores che chiude definitavamente la gara, proiettando il Bari nella zona play off.

CARPI-BRESCIA 2-1

Tutte e due le squadre cercano punti per uscire da una situazione non facile ultimamente.

Gara in equilibrio per gran parte del primo tempo, ma al 37° il Carpi trova il vantaggio con Lasagna, assist di Beretta, il portiere del Brescia blocca ma non trattiene e Lasagna solo davanti alla porta non sbaglia; prende forza la squadra di Castori e al 41° raddoppia grazie ad un gran gol di Beretta che con un tiro a giro batte Arcari, portiere del Brescia che poi uscirà per dei problemi fisici lasciando il campo a Serraiocco.

Ad inizio secondo tempo il Brescia accorcia le distanze su punizione di Caracciolo al 47°, Belec arriva sulla palla ma non riesce a deviarla in angolo.

All’84° il Carpi ha la possibilità di chiudere la partita ancora con Lasagna che da sotto porta non riesce a trovare il tapin vincente e palla alta sopra la traversa.

La squadra di Castori vince per la prima volta nell’anno nuovo e avanza in classifica per la zona play off, mentre per il Brescia è la quarta sconfitta nelle ultime 5, segno che fa aprire una crisi nella squadra di Brocchi.

CITTADELLA-AVELLINO 1-3

Al Tombolato il Cittadella ospita l’Avellino; padroni di casa che iniziano meglio la gara, al 12° trovano il gol del vantaggio con Strizzolo, zampata sottomisura dell’attaccante su cross dalla sinistra.

Al 17° il Cittadella perde il suo portiere anche lui per problemi fisici, dentro Paleari.

Meglio i padroni di  casa nel primo tempo che vanno vicini più volte al doppio vantaggio, la migliore occasione avviene con il quasi autogol di Arrighini che su scivolata sfiora il palo della propria porta.

Nel secondo tempo si sveglia la squadra di Novellino che ad inizio ripresa trovano il pareggio con Ardemagni, deviazione vincente dell’attaccante su tiro di Verde.

Il Cittadella cerca di riportarsi in vantaggio ma spreca molto sotto porta. Al 86° gol che cambia la storia della partita, Ardemagni riesce a portare avanti il suo Avellino, libero in area di rigore riesce a battere il giovane Paleari.

Avellino cinico nelle occasioni importanti e a tempo scaduto chiude la partita grazie al gol di Eusepi su assist di Lasik.

Il Cittadella perde in casa e non sfrutta l’occasione per avanzare in classifica, mentre l’Avellino fa un gran passo avanti e si allontana dalla zona play out.

PERUGIA-VIRTUS ENTELLA 0-0

Gara in equilibrio dall’inizio alla fine, ma nei primi 20 minuti meglio il Perugia dell’Entella.

Al 40° occasione Entella con Diaw che disturbato da un intervento di un difensore calcia alto sopra la traversa.

Partita con ritmi molto bassi sia nel primo che nel secondo tempo. Unica azione nel secondo tempo è per il Perugia, cross perfetto di Di Chiara per la testa di Nicastro, che impatta bene ma Iacobucci con una grande parata salva l’Entella.

Da sottolineare al 74° l’entrata in campo di Ammari per l’Entella che dopo 12 minuti si fa espellere per doppia ammonizione lasciando in difficoltà la sua squadra.

Un punto ad entrambe le squadre per proiettarsi sempre più in ottica play off.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here