Il punto sul ritorno degli ottavi di Europa League (seconda parte)

0
185

Nelle altre partite giocate ieri sera in Europa League, si sono qualificate Besikstas, Genk e Celta Vigo.

BESIKSTAS-OLYMPIACOS 4-1

La squadra turca favorita dall’1-1 nella partitra d’andata parte subito forte e passa in vantaggio già al 9° minuto con il colpo di testa di Aboubakar, che appoggia in rete un cross perfetto di Talisca dalla destra, battendo il portiere avversario.

Al 21° il Besiktas si porta addirittura sul doppio vantaggio, Quaresma sulla fascia destra offre la palla in area a Babel che controlla e conclude di destro gonfiando la rete alle spalle di un colpevole Leali. La partita si riapre inaspettatamente per i greci alla mezz’ora, grazie al gol di Elyounnoussi, che si rende protagonista di una girata deviata da Adriano che si deposita in porta, accorciando le distanze.

Il Besiktas si complica ulteriormente la vita al 39°, in quanto Aboubakar autore del primo gol riceve il cartellino rosso per una testata a gioco fermo su Retsos, lasciando la sua squadra in inferiorità numerica.

Nella seconda frazione l’Olympiacos preme cercando il gol del pareggio, ma oltre a qualche mischia in area non riesce a creare azioni realmente pericolose, così ci pensa ancora una volta il portiere degli ospiti Leali a regalare definitivamente la qualificazione ai turchi, al 74° ancora Babel da fuori area si gira e calcia, il portiere avversario non trattiene la conclusione portando il risultato sul 3-1.

Nel finale di gara si rende partecipe alla vittoria anche il neo entrato Tosun che trova il gol del definitivo 4-1 superando Leali in uscita con un pallonetto. 

GENK-GENT 1-1

Nella gara d’andata il Genk si è imposto con il risultato di 5-2, portandosi molto vicino al passaggio del turno.

Anche nel ritorno i padroni di casa dominano il gioco e creano di più rispetto agli avversari, ed infatti il gol che sancisce definitivamente la qualificazione avviene nel primo tempo, Castagne che riceve un bella palla da Boetius, riesce a tagliare al centro dell’area e battere ancora una volta Kalinic.

Nella ripresa non succedono azioni degne di nota; nel finale è il Genk che va vicino ad un altro gol con Samatta che supera da posizione defilata il portiere avversario ma la sua conclusione scheggia il palo.

All’84° il Gent riesce quanto meno a pareggiare una partita sofferta, con Verstraete che riceve al centro dell’area di rigore e con un sinistro piazzato batte Ryan, gol che non influisce però sulla qualificazione. 

KRASNODAR-CELTA VIGO 0-2

Il Celta Vigo ottiene il passaggio del turno sul campo non facile del Krasnodar che ha messo in seria difficoltà la qualificazione per gli spagnoli.

Il Celta non attende ed impone sin da subito il suo gioco, la prima azione da gol è proprio degli spagnoli con Beauvue che da posizione defilata lascia partire un tiro a giro, bravo il portiere avversario ad alzare sopra la traversa.

Il Krasnodar si rende pericoloso invece su punizione al 28°, ma un ottima parata di Alvarez nega il gol.

Nel secondo tempo gli spagnoli riescono a chiudere il discorso qualificazione grazie a Mallo al 52° e Iago Aspas all’84°. Il gol del vantaggio, siglato dall’attaccante spagnolo, deriva da una mischia in area seguita ad una splendida giocata di Guidetti sulla fascia.

I padroni di casa non si danno per vinti e riescono a impensierire gli avversari con le conclusioni di Wanderson e Joazinho che terminano entrambe a pochi centimetri dal palo.

Il gol del definitivo 2-0 è siglato da Iago Aspas che supera con un pallonetto Sinitsyn, facendo gioire i propri tifosi per la qualificazione conquistata. 

 

 

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here