Il procuratore generale di New York fa causa alla potente lobby delle armi NRA

Il procuratore generale di New York, Letitia James, ha intentato una causa legale contro la NRA, chiedendone lo scioglimento.

0
280
Il procuratore generale di New York
Il Logo della NRA.

Il procuratore generale di New York, Letitia James, ha annunciato che presenterà una causa contro la National Rifle Association (NRA). La James vorrebbe chiedere di sciogliere la lobby delle armi più potente della nazione.

La causa del procuratore generale di New York contro la NRA

La National Rifle Association (NRA) è una potente lobby delle armi che difende il diritto degli americani di possedere un’arma. E’ un’organizzazione molto sostenuta anche dal presidente Trump.

Giovedì il procuratore generale di New York, Letitia James, ha avviato una causa legale contro la NRA, per chiederne lo scioglimento.

Secondo la procura, la potente lobby pro-armi avrebbe violato la legge statale che governa le organizzazioni senza scopo di lucro. Infatti, l’accusa ritiene che i leader della NRA abbiano utilizzato le risorse dell’associazione per scopi personali, macchiandosi di gravi reati finanziari. Tutto ciò avrebbe contribuito a una perdita di 64 milioni di dollari in tre anni.

Tra gli imputati spiccano quattro alti funzionari della NRA. Tra questi vi è anche il vicepresidente esecutivo Wayne LaPierre.

Letitia James ha dichiarato: “Abbiamo scoperto che la NRA ha favorito una cultura di non conformità e disprezzo per i controlli interni che hanno portato allo spreco e alla perdita di milioni di dollari”.

Il presidente della NRA, Carolyn Meadows, ha invece affermato: “Questo è un attacco senza fondamento e premeditato alla nostra organizzazione e alla libertà del secondo emendamento”.

La reazione di Trump

Appresa la notizia, il presidente Trump ha dichiarato che la lobby dovrebbe trasferirsi in Texas. Egli sostiene infatti che questo Stato abbia una storia favorevole al diritto alle armi. Ha anche aggiunto che il Texas è u n posto appropriato e ottimo per la NRA.

Il Presidente ha affermato: “Ho appena sentito la notizia. E’ una cosa terribile ciò che è appena successo. Penso che la National Rifle Association debba trasferirsi in Texas per condurre ua vita molto bella”.

Il presidente Trump è infatti un fervido sostenitore della NRA. Pertanto sostiene che la causa sia soltanto un piano dei democratici per eliminare il secondo emendamento.


Frode bancaria di Trump – i pubblici ministeri di New York indagano

Commenti