Il prezzo del litio è in aumento: le conseguenze

0
182

Ormai da tempo parliamo dell’elettrificazione in corso nelle Case automobilistiche. Il prezzo del litio in aumento, però, potrebbe rallentare il processo.

Cosa comporta l’aumento del prezzo del litio?

Il litio è una componente fondamentale per le batterie delle auto elettriche. La domanda è naturalmente cresciuta negli ultimi tempi, e secondo gli esperti questo potrebbe rendere difficile raggiungere l’elettrificazione completa a livello globale. Ma di che aumento stiamo parlando?


Prezzo del litio la stangata elettrica è servita


Una domanda spropositata

Secondo Bloomberg, la richiesta è aumentata del 500% in un anno. Gli analisti pensano che un simile aumento potrebbe portare ad un rialzo di 1000 sterline per un nuovo veicolo EV, il che bloccherebbe il calo dei prezzi al dettaglio dei veicoli elettrici. Ed è sempre Bloomberg a ipotizzare la natura della domanda in aumento, riconducendola ad un crollo avvenuto tra il 2018 e il 2020. Allora il valore del litio era stato dimezzato, ed erano nate nuove fonti di approvvigionamento nel momento di massima esplosione di EV. In tempi più recenti, poi, la guerra in Ucraina ha rallentato la fornitura di nichel, grafite e cobalto.

Investire in maniera tempestiva

Abbiamo già parlato di quanto l’estrazione del litio sia dannosa per l’ambiente. Oltre a questo, si tratta di operazioni che richiedono tempo, allo stesso modo dell’aumento di livelli di produzione da fonti già esistenti. Ma anche trovare nuove fonti richiede tempo, come spiega Joe Lowry, fondatore della società di consulenza Global Lithium. “C’è un sacco di litio nel terreno, ma l’investimento tempestivo è il problema. Tesla può costruire una gigafactory in circa due anni, gli impianti a catodo anche in meno tempo, ma costruire un progetto per estrarre il litio può richiedere fino a 10 anni” ha affermato.

Ridurre il contenuto di litio

Proteggere le forniture di litio sarà quindi importante, così come la possibilità di coinvolgere le Case automobilistiche nel processo di estrazione. La conseguenza più diretta dell’aumento del prezzo però è la riduzione del contenuto di litio nelle batterie, almeno nelle intenzioni. Un’alternativa potrebbe essere anche riciclare vecchie batterie: questo potrebbe coprire il 16% della domanda annuale entro il 2036. In quel momento, la stessa nuova tecnologia delle batterie potrebbe richiedere meno litio.

Una misura insufficiente

È vero però anche che la domanda di veicoli elettrici prevede un picco dopo il 2030, quando molti governi vieteranno la vendita di auto ICE. E c’è chi ritiene che non ci siano sufficienti batterie per poter essere riciclate, in questo momento. Così almeno sostiene, fra tutti, Ken Hoffman, esperto senior di McKinsey. Le incognite, insomma, rimangono.