Il Premio del Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo 2017 assegnato a Giuseppe Patota

0
340

Il premio del Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo sarà assegnato al docente di Linguistica italiana presso il Dipartimento di Arezzo dell’Università di Siena

L’Accademia nazionale dei Lincei, massima istituzione culturale italiana, ha deciso di assegnare al professor Giuseppe Patota il Premio del Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo,destinato, per il 2017, alla Filologia e Linguistica. Il premio sarà consegnato al docente di Linguistica italiana presso il Dipartimento dell’Università di Siena con sede ad Arezzo il 15 giugno prossimo, in una cerimonia alla quale parteciperà anche il presidente della Repubblica.

“Sono ovviamente molto felice di aver ottenuto questo premio – ha commentato il professore –  e ancora più felice di condividerlo con tutta la comunità del Dipartimento di Scienze della formazione,
scienze umane e della comunicazione interculturale: docenti, tecnici, amministrativi e, soprattutto, studenti. Il premio lo dedico proprio ai miei studenti: a quelli degli anni passati, a quelli di oggi e
(speriamo) a quelli di domani”.

Giuseppe Patota, professore ordinario di Linguistica italiana presso l’Università di Siena, èAccademico della Crusca, socio corrispondente dell’Accademia dell’Arcadia, membro della giuria del “Premio Strega” e del Gruppo di lavoro consultivo per la promozione della cultura e della lingua italiana nel mondo istituito presso il MAECI. Componente della giuria delle Olimpiadi di italiano organizzate dal MIUR dal 2015, nel 2016 ne è stato presidente.È direttore delle collane “Grammatiche e lessici” e “Le varietà dell’italiano. Scienze arti professioni” pubblicate dall’Accademia della Crusca e membro del comitato scientifico del “Bollettino di Italianistica”. Dal 2004 al 2015 è stato direttore scientifico del Dizionario Italiano Garzanti; attualmente è condirettore di una nuova edizione del Vocabolario Treccani, la cui uscita è prevista per il 2018. Ha al suo attivo cento cinque pubblicazioni.Si è occupato, in particolare,di lingua letteraria italiana trecentesca, cinquecentesca esette-ottocentesca,di sintassi storica dell’italiano, di storia della lessicografia e della grammaticografia italiana. Alcuni suoi libri sono stati tradotti e pubblicati in Francia e in Giappone.Dal 2008 Giuseppe Patota è consulente linguistico di Rai Scuola (già Rai Educational) e dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana per la realizzazione di programmie strumenti didattici finalizzati all’insegnamento dell’ita liano a stranieri.(Dal curriculum di Giuseppe Patota).

Linee di ricerca: Storia dell’italiano letterario; Grammatica e sintassi storica dell’italiano; Grammaticografia e lessicografia dell’italiano; Didattica dell’italiano a italiani e stranieri

 Progetti di ricerca in corso: L’italiano letterario del Trecento; La lingua e lo stile delle opere di Niccolò Machiavelli; Questioni di lessicografia italiana antica e moderna;Aspetti di didattica dell’italiano a italiani e stranieri.

La notizia di questo premio ha suscitato in me la voglia di approfondire la grammatica, da subito, infatti, ho iniziato a guardare i video del professore Giuseppe Patota per comprendere meglio la grammatica italiana. Mi accorgo dell’importanza della lingua, importanza che non ho compreso frequentando la scuola. Non so effettivamente ancora oggi se è dovuto al metodo d’insegnamento o alla mia mancanza di attenzione. Con l’augurio che questo premio possa incoraggiare e avvicinare tutti più attentamente alla lingua italiana.

Commenti