Il premier israeliano Bennett lancia un avvertimento all’Iran

0
238
Il premier israeliano Bennett lancia un avvertimento all’Iran

Dopo l’attacco alla petroliera Mercer Street a largo dell’Oman, il premier israeliano, Naftali Bennett, ha lanciato un avvertimento a Teheran. Ha affermato: “Conoscono il prezzo che esigiamo quando qualcuno minaccia la sicurezza di Israele”.

Il premier israeliano Bennett lancia un avvertimento a Teheran?

Il premier israeliano, Naftali Bennett, durante una visita al confine nord del Paese, ha lanciato un avvertimento a Teheran, dopo l’attacco alla petroliera Mercer Street. Secondo quanto riportato dal Times of Israel, Bennett ha affermato: “Non possono sedersi tranquillamente a Teheran mentre incendiano l’intero Medio Oriente – è finita”. “Stiamo lavorando per arruolare il mondo intero, ma quando sarà il momento, sappiamo come agire da soli. L’Iran conosce il prezzo che esigiamo quando qualcuno minaccia la nostra sicurezza”, ha aggiunto. I media israeliani hanno anche riferito che il ministro della Difesa Benny Gantz e il ministro degli Esteri Yair Lapid mercoledì terranno un briefing con i rappresentanti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite durante il quale presenteranno loro informazioni di intelligence che mostrano la responsabilità dell’Iran nell’attacco.

Bennett critica l’UE

Bennett ha anche criticato l’Unione Europea per la prevista partecipazione di un alto diplomatico al giuramento del presidente eletto iraniano Ebrahim Raisi. Il premier ha detto: “Raisi è il presente iraniano più estremo fino ad oggi – e la concorrenza è dura. Dico da qui all’UE: non si può parlare di diritti umani e allo stesso tempo rendere omaggio a un assassino, un boia, che ha assassinato centinaia di oppositori del regime”.


Attacco alla petroliera Mercer Street: accuse all’Iran