Il Papa ai siro-malabaresi: l’unità supera ogni conflitto

0
446
Il Papa ai siro-malabaresi

Nel ricordare l’importanza dell’accordo raggiunto nel 1999 per uniformare la Santa Qurbana, la Sacra Liturgia, il Papa ai siro-malabaresi invita loro a vivere e scoprire la sinodalità nel popolo di Dio. In quanto ognuno, è pensato, creato, e inviato dal Signore per edificare il suo popolo santo. “Camminare insieme al popolo di Dio perché l’unità supera ogni conflitto“. Questo è l’augurio inviato dal Pontefice. Ai vescovi, sacerdoti, religiosi e laici della Chiesa siro-malabarese. In una lettera diffusa dalla Sala Stampa della Santa Sede.

Il Papa ai siro-malabaresi: qual è l’augurio?

Evangelizzare, non vuol dire costringere qualcuno a convertirsi. Vuol dire diffondere la Parola di Dio che entra nell’anima, come un seme. E poi fruttifica sfociando nella fede. Non si può, quindi, programmare un cammino senza i necessari passaggi che abilitino le persone, a leggere e a interpretare i segni dei tempi secondo la prospettiva dello Spirito. Papa Bergoglio nel ricordare l’impegno assunto da Papa Giovanni Paolo II nella visita apostolica in India del 1986, a tal proposito dice: “Nonostante alcune difficoltà, che richiedono un continuo discernimento nella vita della vostra Chiesa, le norme approvate per la celebrazione eucaristica hanno dato notevoli frutti. Compresa l’evangelizzazione in quei luoghi. Specialmente le Eparchie missionarie. Dove l’intera comunità si è unita nella pacifica e orante osservanza. Interpretando il continuo consenso della Gerarchia come un frutto dello Spirito Santo”. 


Ratzinger osteggiato? O debole per rinnovare la Chiesa?


Camminare insieme

Il Santo Padre quindi, invita il clero e tutti i fedeli a immergersi nella bellezza della vita in ogni momento. Diffondendo ovunque passione e speranza. Per favorire il processo di cambiamento. In vista di una partecipazione attiva e consapevole nella Chiesa e nel mondo. A proposito della nuova Raza Qurbana Taksa, il Papa esorta “ad andare avanti verso l’uniformità della celebrazione per il maggior bene della vostra Chiesa.  Possa lo Spirito Santo favorire l’armonia, la fraternità tra tutti i membri della vostra Chiesa mentre lavorate per mettere in atto una decisione sinodale”.