Il Palazzo della Meridiana di Genova inaugura una nuova mostra

40 tele di artisti genovesi accomunate dallo studio della sguardo

0
490

Inizia il 14 febbraio a Palazzo della Meridiana, in centro a Genova, l’attesa mostra “Da Cambiaso a Magnasco. Sguardi genovesi”.

Visitabile fino al 28 giugno 2020, la mostra è organizzata da Anna Orlando e si snoda in cinque sale del piano nobile del palazzo cinquecentesco che fu della famiglia Grimaldi.

Vengono proposte circa una quarantina di opere di artisti legati a Genova. Così, Luca Cambiaso, Domenico Fiasella, Giovan Battista Gaulli, Enrico Vaymer, Domenico Piola, Bernardo Strozzi e molti altri.

Il motivo trainante di questa mostra è lo studio della ritrattistica, per il periodo che va dalla metà del Cinquecento alla prima metà del Settecento, proprio identificato come inizio e fine da Cambiaso e Magnasco.

Come i diversi artisti hanno affrontato il messaggio nascosto dietro ad ogni sguardo, le tecniche usate, è oggetto di approfondimento in un arco di tempo, due secoli, in cui la pittura ha seguito il suo percorso. All’evolversi delle tecniche pittoriche coincide anche un diverso modo di porsi dei vari artisti come spaccato di un’epoca che si sostituisce ad un’altra.

La mostra è visitabile da martedì a venerdì dalle 12 alle 19, sabato, domenica e festivi dalle 11 alle 19. Lunedì è giorno di chiusura.

Una grande occasione di avvicinarsi alla pittura ligure, analizzando tele famose e altre passate in secondo piano. Un’occasione, inoltre, per ammirare uno dei palazzi storici più belli e ricchi di Genova.

Commenti