Il nuovo sequel di Al Gore e il successo del Biografilm Festival

0
805

Per Al Gore è una vera mission. Il sequel di “Una scomoda verità” uscirà entro la fine di quest’anno nei cinema di tutto il mondo. Ad annunciarlo la Paramount Pictures.
Il film diretto da Bonni Cohen e Jon Shenk sta già facendo il giro del pianeta. Presente ad ogni manifestazione cinematografica, approdato anche in Italia, inserito nel calendario eventi del Biografilm Festival di Bologna, pochi giorni prima della sua presentazione al Festival di Cannes il film di Al Gore è una delle pellicole più apprezzate e applaudite in questi ultimi mesi.
L’ex vice presidente Al Gore rilancia dunque la sfida: “Ora più che mai dobbiamo dedicarci alla risoluzione della crisi climatica |…| Le soluzioni alla crisi sono a portata di mano. Sono profondamente onorato e grato che Paramount Pictures e Participant Media si siano ancora una volta assunte il compito di portare la storia sulla criticità climatica nelle sale di tutto il mondo”.
Al Gore è fiducioso, sebbene l’opinione europea sia stata scossa dalle ultime affermazioni di Trump e dal suo intento di voler rilanciare il carbone cancellando gli accordi presi da Obama sull’inquinamento. Il sequel arriva dunque in un momento storico delicato in tema di ambiente.
Il film “An Inconvenient Sequel: Truth to Power”, seguito del celebre film che dieci anni fa è stato premiato con due Oscar nel 2007 come miglior documentario e per la migliore canzone originale, è stato uno degli otto titoli del Concorso Internazionale del Biografilm Festival di Bologna.

L’Italia dunque torna a far parlare di sé. Conclusosi ieri il Festival, Bologna è stata il fulcro di una serie di eventi, dibattiti, proiezioni e kermesse di grandi nomi del cinema internazionale. I temi della rivoluzione digitale – che completa il triennio dedicato alla vita ai tempi di Internet – e la danza sono state le colonne portanti della 13a edizione del Biografilm Festival, che si è tenuto a Bologna dal 9 al 19 giugno 2017.
Molte le anteprime del festival: “L’Opéra”, un ironico dietro le quinte dell’Opéra di Parigi, “Relève-Histoire d’une création” sul celebre coreografo Benjamin Millepied, “Move! Dance your Life” viaggio poetico per il mondo a passo di danza e “La danseuse” ispirato alla vita della ballerina Fulle la cui celebre “serpentine dance” diede il via alla rivoluzione che porterà alla nascita della danza moderna. E ancora due anteprime speciali “Nothingwood” di Sonia Krnoiund dedicato alla vita del regista Salim Shaheen e “Manifesto”, film diretto da Julian Rosefeldt, in cui l’attrice Cate Blanchett interpreta ben tredici personaggi differenti. Anche quest’anno infine è stato fruibile a tutti il Biografilm Park con il suo ricco programma di concerti e da eventi culinari esclusivi.