Il Multiverso

0
347
multiverso

Il nostro Dio non è l’unico

Il nostro Dio non è l’unico Dio esistente. Dio, che per alcuni si chiama Javè, per altri invece è una bestemmia solo nominarlo, tanto che noi per comodità e soprattutto per non essere fulminati non nomineremo più, è ancora un Dio giovane, quasi un ragazzo, ha infatti, minuto più, minuto meno, 15 miliardi di anni. 15 miliardi di anni fa avveniva il Big ben. Prima del Big Ben c’era un altro universo che si stava contraendo fino a diventare un punto densissimo di materia. Questo punto di materia è poi esploso per dare origine al nostro universo.Quindi è logico pensare che l’universo precedente avesse il suo Dio e che l’universo successivo ne avrà un altro di diverso. Tutti questo Dei si conoscono e si parlano a 3 a 3. Almeno. Di questo possiamo esserne certi perché la socialità è un attributo di Dio e la asocialità è una mancanza. Dio che per definizione è pienezza non può essere quindi mancante di socialità. Quindi Dio se c’è parla e si conosce con gli altri Dei.  Per contiguità almeno con 3 di loro, ma io credo ne conosca tanti altri. Vi è comunque un’altra possibilità, che ci sia cioè un unico Dio che ha creato tutti gli universi. Gli ha creati prima di tutti i tempi, quando il tempo e lo spazio, il tutto e il nulla si confondevano in un infinito che contiene tutti gli altri infiniti, in un concetto incommensurabile, incomunicabile, incomprensibile che noi uomini appunto forse chiamiamo Dio.

Torniamo indietro di un passo e ragioniamo come se vi fossero più Dei. In questo caso la forza motrice dell’universo potrebbe essere il desiderio di Dio di creare un universo migliore di quello degli altri Dei.Sarebbe un continuo confronto individualista tra gli Dei: “E’ meglio il mio universo, no è meglio il mio.”In questo casi saremmo tutti di destra, avrebbe senso l’individualismo, la proprietà privata e tutte le cose che ci piacciono tanto perché attengono alla natura umana. Saremmo come i leoni ed i cani da guardia.

Se ci fosse un unico Dio

Se invece ci fosse un unico Dio che ci ha creato con un atto di amore disinteressato, senza paragoni, allora saremmo tutti di sinistra, lavoreremmo tutti per il bene comune guardare al nostro tornaconto. Tutte cose che non ci piacciono affatto ma che aneliamo e verso le quali tendiamo all’infinito. Saremmo come le api operose che lavorano continuamente per il bene della loro società.  Se non avete capito niente, non preoccupatevi, vuol dire che siete sani di mente. Io invece, nulla interposita mora, mi ricovererò in divisione psichiatrica. Comunque questo brano è il migliore che un matto possa scrivere. Ma ora mi fanno motti dalla regìa che son già le 19,34 che se non fosse presto potrebbe essere tardi, Quindi vi saluto e vado a cena.

Commenti