Il mondo di Kubrick approda a Londra

0
502

La mostra “Stanley Kubrick: The Exhibition”, inaugurata a Londra lo scorso 26 aprile, rappresenta un vero e proprio viaggio nel mondo di Kubrick, uno tra i registi più sorprendenti e inquieti dello scorso secolo. La mostra dà modo ai suoi spettatori di scoprire e analizzare il processo creativo dietro ogni suoi film. Si tiene presso il Design Museum di Londra fino al prossimo 17 settembre. E’ stata curata da un amico di lunga data del regista in collaborazione con suo cognato, e attinge all’enorme archivio costruito nella sua casa dell’Hertfordshire.

IL PERCORSO NARRATIVO

Il percorso espositivo si prefigge l’obiettivo di esplorare tutto la fase creativa del regista: dal soggetto, al set design, alla recitazione, fino all’arrivo della pellicola in sala per la proiezione. Il visitatore viene captato sin dall’inizio della mostra nel mondo di Kubrick attraverso la fedele riproduzione del tappeto rosso su cui pedala, sul suo triciclo, il piccolo Danny in “Shining”. Subito dopo, lungo il percorso è possibile visitare dieci stanze tematiche ognuna dedicata ad uno dei capolavori di Kubrick a partire da “2001: Odissea nello spazio” passando per “Arancia Meccanica”, “Shining”, “Full Metal Jacket”, “Barry Lyndon” e ” Il dottor Stranamore”.

In ogni ambiente, mediante schermi ad alta risoluzione posizionati lungo le pareti, sono proiettate le scene più famose dei film del regista oltre a molto materiale inedito e a scene tagliate mai viste in precedenza. Tra le riproduzioni maggiormente degne di nota, la porta della stanza 237 vista in “Shining” con l’inquietante scritta “Redrum”, la tuta da astronauta indossata sul set di “2001: Odissea nello spazio” , e gli indimenticabili vestiti bianchi indossati dalla banda di “Arancia Meccanica”.

IL MONDO DI KUBRICK

In tutto il percorso espositivo, sono esposti oltre settecento oggetti dei film, anche quelli mai visti fuori dal set, accompagnati da fotografie rare, costumi di scena e obiettivi speciali. E’ possibile anche incantarsi davanti ai tantissimi oggetti realizzati per i film da designers internazionali come Ken Adam, Hardy Amies, Saul Bass e Milena Canonero.

È tutta la nostra roba, è la roba di papà. Sono oggetti che avevamo in casa. Tutto è stato accuratamente catalogato e conservato in alcuni magazzini. Ogni volta che ci trasferivamo, tutto veniva con noi. Non credo che avesse previsto una mostra, ma c’era sicuramente un motivo per cui non si è liberato di niente“, dice Katharina Kubrick, figlia del regista, che ricorda la meticolosità del padre, il quale non buttava via mai niente.

LE ORIGINI DELLA MOSTRA

Kubrick, pur essendo nato a New York visse per ben quarant’anni in Gran Bretagna e proprio quest’anno cade il ventesimo anniversario dalla sua morte avvenuta in terra inglese.
Noto per il controllo maniacale che esercitava su ogni aspetto di un suo film, Stanley Kubrick sceglieva con grande cura i suoi collaboratori. In anni in cui la grafica video era ancora impacciata, una buona parte degli effetti speciali e delle scenografie era realizzato a mano da artisti e designer all’avanguardia.

Aveva un’intelligenza straordinaria, simile ad un computer, una mente inquisitrice. Conosceva ogni aspetto della lavorazione di un film, oltre che del design, e voleva sapere che cosa motiva le decisioni di un designer. Dovevo continuamente giustificare i miei schizzi o quant’altro – poteva essere molto esigente, ma sapevi sempre che c’era un enorme cervello dietro tutte quelle domande”. Così lo descriveva su «Sight & Sound» Ken Adam, set designer di Kubrick che per lui realizzò la war room di Dottor Stranamore, con le sue pareti triangolari e l’immenso lampadario circolare.

Hardy Amies, costumista di 2001, nel cortometraggio When Fashion And Future Collide : “Se può sembrare facile fare un film, è molto difficile fare un buon film. E fare un grande film è quasi un miracolo, come ogni altra grande opera d’arte”. Il lascito di Kubrick, insomma, sconfina il cinema per comprendere anche il campo del design, nella tecnica, del costume a testimonianza di un uomo larger than life.

https://designmuseum.org/exhibitions/stanley-kubrick-the-exhibition

INFO GENERALI SULLA MOSTRA

Dove: Design Museum, 224-238 Kensington High Street, Londra

Quando: dal 26 aprile fino al 15 settembre 2019

Costo: il prezzo di un ticket per gli adulti ammonta a £ 14.50, mentre il ticket ridotto per i minori è di £ 7.25

Potrebbe interessarti anche https://www.periodicodaily.com/i-film-claustrofobici-la-top-ten-da-non-perdere

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here