Il ministro della Cultura britannico afferma che le sculture del Partenone appartengono alla Gran Bretagna

0
139

Le sculture del Partenone “appartengono al Regno Unito”, secondo il segretario alla Cultura del Paese, Michelle Donelan. Parlando al programma The Media Show della BBC Radio 4, Donelan ha dichiarato di “comprendere” le argomentazioni a favore della restituzione delle sculture, ma di ritenere che ciò avrebbe “aperto un vaso di Pandora”. “Ci si ritroverebbe con tanti straordinari manufatti per i quali si chiede se debbano tornare in un altro Paese”, ha sostenuto Donelan. Le sue dichiarazioni sono l’ultimo capitolo dell’annoso dibattito sull’opportunità che il British Museum di Londra restituisca le sculture del Partenone alla Grecia, come richiesto dal Paese.

Le sculture del Partenone

Per molti greci, i marmi sono una parte fondamentale della sovranità nazionale. Conosciuti nel Regno Unito come i Marmi di Elgin, la Grecia sta conducendo una campagna per la restituzione degli oggetti del suo patrimonio fin dagli anni Ottanta. La Grecia sostiene che i marmi furono rubati dal VII conte di Elgin all’inizio del XIX secolo, ma il British Museum sostiene che il permesso di rimuovere le statue fu dato dall’Impero Ottomano allora al potere. Per molto tempo, il British Museum ha rifiutato di discutere la restituzione dei marmi. Di recente, sembra che il museo abbia cambiato idea, dato che il presidente George Osborne sarebbe stato in trattative e vicino a un accordo con la Grecia per la restituzione. I colloqui tra Osborne e il governo greco sono stati probabilmente sollecitati da altre istituzioni internazionali che hanno restituito le loro sezioni dei marmi del Partenone. A dicembre, Papa Francesco ha ordinato la restituzione di tutti i marmi del Partenone in possesso della Città del Vaticano.

I bronzi del Benin

Come i marmi del Partenone, anche i Bronzi del Benin sono stati al centro del dibattito sul furto del patrimonio culturale delle terre coloniali. Negli ultimi anni, istituzioni culturali europee, statunitensi e britanniche hanno restituito alla Nigeria i Bronzi del Benin rubati. Tutto ciò rende più sorprendenti i commenti del segretario alla cultura del Regno Unito. Il segretario alla cultura ha anche fatto riferimento al fatto che attualmente è illegale per il British Museum restituire permanentemente le sculture alla Grecia. Ma recenti notizie di colloqui con Osborne indicano che potrebbe essere in programma un prestito a lungo termine. Ma Donelan ha ignorato qualsiasi accordo con Osborne. “Credo che il suo punto di vista su questo tema sia stato mal interpretato e sicuramente rappresentato in modo sbagliato”, ha detto. “Non ha intenzione di rimandarli indietro. Fondamentalmente, non è questa la sua intenzione. Non ha alcun desiderio di farlo. Inoltre, è stato messo in sordina anche il concetto di prestito di 100 anni, che non è certo quello che ha in mente”. Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha respinto ieri l’idea che i marmi del Partenone vengano restituiti a breve. “Non mi aspetto risultati immediati, ma credo che ci siamo già mossi in modo molto sistematico”, ha detto Mitsotakis. “Se il popolo greco avrà di nuovo fiducia in noi, credo che potremo raggiungere questo obiettivo dopo le elezioni”.