A San Siro il Milan ottiene tre punti contro la Spal con il risultato di 2 a 0. Il primo tempo vede protagonista il possesso palla dei giocatori rossoneri e la neopromossa viene schiacciata. Nel secondo invece la squadra di Ferrara si fa vedere di più, senza però mai impegnare Donnarumma. Il Milan così ottiene punti fondamentali per avvicinarsi alle grandi e stare a -1 dal’altra milanese, che ha pareggiato nell’anticipo contro il Bologna.

Montella cambia idea e alla fine schiera il 3-5-2. Zapata viene preferito a Musacchio nella difesa a tre perché c’è bisogno della sua velocità. Viene data fiducia a Calhanoglu, inserito come terzo di centrocampo, insieme a Kessié e Biglia. I due attaccanti, per la prima volta in campionato, Kalinic e Andre Silva. Semplici d’altra parte mette in panchina il più atteso del match: il grande ex Borriello. Al suo posto l’ex Atalanta Paloschi, che affianca Antenucci.

Fischio d’inizio e subito occasione per Paloschi, ma l’arbitro fischia il fallo su Bonucci. Da lì si vede solo il Milan. I giocatori di Montella impongono il loro possesso palla per tutto il primo tempo. La Spal perciò si schiaccia e attende un errore degli avversari per poter ripartire. La prima occasione dei rossoneri è di Abate, che viene fermato però da un ottimo Gomis. Poi, dopo una serie di rimpalli in area della Spal, Kalinic smarca il portiere che lo trattiene per un piede: rigore per il Milan. Discussione tra Rodriguez e Kessié su chi debba calciarlo e Montella decide che deve essere lo svizzero. Quest’ultimo segna e porta in vantaggio la propria squadra. Alla ripresa il Milan cala psicologicamente e cambia l’atteggiamento della squadra neopromossa. Infatti Bonucci deve intervenire sulla linea della porta per salvare il vantaggio. La sicurezza guadagnata dai giocatori ferraresi però viene annullata dal rigore procurato da Kessié. Lo stesso ivoriano calcia il penalty e sigla il raddoppio rossonero. Dal 60′ fino alla fine è possesso sterile della Spal e tentativi di ripartenza da parte della squadra di casa

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here