Allo Scida va in scena la sfida tra Crotone e Milan, gli uomini di Montella cercavano assolutamente una vittoria per riscattare il brutto e inaspettato stop in casa contro l’Empoli nell’ultimo turno di campionato, mentre il Crotone cercava punti importanti per lottare ancora per rimanere nel massimo campionato. Per questa partita il tecnico rossonero conferma Lapadula in attacco, preferito a Bacca anche in questa partita e al centro del campo tre novità Kucka, Locatelli e Vangioni; mentre Nicola si affida agli stessi 11 usciti vincitori dalla gara contro la Samp.

https://www.youtube.com/watch?v=dKCB-YijJUI

PRIMO TEMPO – La formazione padrone di casa parte subito forte impensierendo Donnarumma dopo appena 2 minuti con una punizione di Barberis diretta all’incrocio dei pali, forte del pressing alto e dell’inaspettata reazione degli uomini di Montella all’8° arriva il gol del Crotone con Trotta che dopo aver ricevuto il pallone da Nalini, batte il portiere avversario con un tiro potente sul palo sinistro. Gara sbloccata fin da subito con i ragazzi di Nicola che fanno la partita e il Milan che non entra nel vivo del gioco fino alla mezz’ora di gioco, dove al 36° i rossoneri tirano per la prima volta verso la porta protetta da Cordaz con Lapadula che dopo aver segnato contro l’Empoli si vuole ripetere ma la sua conclusione è facile preda di Cordaz.

Il Crotone gioca un gran calcio e si merita ampiamente il vantaggio nella prima metà di partita ma i rossoneri cercano di recuperare il match sul finale di tempo con Suso che si porta per ben due volte al tiro, prima lanciato da Deulofeu ma Cordaz devia bene in angolo e poi scartando due uomini tenta un tiro a giro ma anche in questo caso il portiere avversario è bravissimo a respingere la sfera.

SECONDO TEMPO – Come ad inizio partita, nel ritorno dagli spogliatoi il Crotone parte subito con il piede sull’acceleratore andando vicinissimo al 2-0 ancora con Trotta che ancora una volta impegna Donnarumma.

Montella carica i suoi uomini nell’intervallo chiedendo maggior pressing e una miglior qualità del gioco, infatti il Milan si rende subito propenso all’azione d’attacco prima con Lapadula ma il suo tiro è rimpallato dalla difesa avversaria, poi grazie ad una situazione fortunosa il Milan arriva alla rete del pareggio con Paletta, Kucka sugli sviluppi di un corner da sponda al difensore italiano che di testa firma il gol dell’equilibrio.

Gli ospiti forti del pareggio trovato cercano di vincere la partita mettendo in seria difficoltà la difesa avversaria, appena due minuti più tardi Lapadula va vicinissimo al vantaggio ma il suo tiro è respinta sulla linea da un difensore. Al 54° primo cambio per i padroni di casa, fuori Nalini dentro Stoian. Da questo momento le parti si invertono, è il Milan a fare la partita e il Crotone subisce le rapide ripartenze rossonere, al 61° i ragazzi di Montella vanno ancora vicinissimi alla rete con Deulofeu che serve Kucka il quale fa partire un tiro potente ben respinto anche questa volta da Cordaz.

A venti dalla fine Nicola apporta il secondo cambio alla formazione, out Ceccherini dentro Dussene, Montella risponde facendo entrare Ocampos per Mati Fernandez; pochi minuti più tardi il Crotone finisce le sostituzione a sua disposizione facendo per uscire Capezzi per Rohden; il Milan dopo questa serie di cambi prova ancora ad attaccare ma senza trovare i risultati sperati, in quanto le occasioni di Lapadula sono ben disinnescate dalla difesa avversaria e anche con l’ingresso di Bacca per Deulofeu non riescono a trovare quel piglio in più nella fase offensiva.

Nei cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro il Crotone recupera palla a centrocampo e riparte in contropiede andando anche vicino al gol della beffa per il Milan con Falcinelli che calcia di pochissimo fuori. L’ultimo cambio di Montella arriva al 92° out Vangioni per problemi fisici e dentro Gomez.

A pochi minuti dalla fine dopo un occasione da gol sbagliata da Suso calciata centrale, gli animi si scaldano con l’espulsione di Kucka per somma di ammonizioni, dopo aver fermato Falcinelli in contropiede lasciando i suoi compagni in inferiorità numerica e sancendo definitivamente fine a questa partita.

Questa partita per il Milan era forse l’ennesimo esame per il raggiungimento dell’Europa e ancora una volta non superato, oppure se vogliamo vederla in un’ottica positiva, superato solo a metà in quanto i rossoneri ottengono un punto non semplice contro un Crotone in piena lotta salvezza e come abbiamo visto pronto ad attaccare fin dall’inizio.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here