domenica, Luglio 21, 2024

Il Mecc: riconciliazione in Iraq grazie a Papa Francesco

Il Mecc è il consiglio delle chiese del Medio Oriente, che a proposito del viaggio del Papa appena concluso, ne ha sottolineato l’importanza. É stato, questo viaggio come “Un segno d’amore e guarigione che cerca di sanare le ferite della popolazione sofferente del Medio Oriente in particolare dell’Iraq”. Il segretario generale del Mecc Michel Abs, è ottimista, perché questa visita ha gettato le basi per tentare di costruire un ponte di pace interreligioso, in una terra dove l’oscurantismo e la violenza la fanno da padrone.

Cos’è il Mecc?

Il Consiglio delle chiese del Medio Oriente, il Mecc riunisce 27 chiese di 8 nazioni del Medio Oriente e Nord Africa. La radice d’appartenenza di queste chiese cristiane sono 4:ortodossa, evangelica, ortodossa orientale e cattolica. Una voce cristiana riunita sotto questa sigla che a sua volta fa parte del Wcc, il Consiglio mondiale delle chiese. L’obiettivo del Mecc è dare voce a quanti sono accomunati dalla stessa fede cristiana a prescindere dalla radice di appartenenza. Proposito importante questo, soprattutto in un contesto arabo dove il terrorismo prende di mira i cristiani.

L’importanza della visita di Francesco per il Mecc

É in questo contesto che la visita del Pontefice è di buon auspicio per creare quei presupposti che servono per ricucire ferite profonde. Con il suo arrivo, Papa Francesco ha dato la speranza a quanti credevano che non fosse possibile un dialogo tra musulmani e cristiani. Purtroppo, si temeva che il terrorismo e l’odio religioso con il suo integralismo avesse impedito ogni possibilità di punto d’incontro. Ma l’Islam come il Cristianesimo sono due fedi religiose che portano avanti il concetto di pace, amore e fratellanza, niente a che vedere con l’abominio del terrorismo.


Papa Francesco: prossimo viaggio in Corea del Nord?


Riconciliazione politica e religiosa

La partecipazione di tutta la società irachena all’evento che è stato il viaggio di Bergoglio, riferisce il segretario generale Michel Abs, ha un’importanza politica e religiosa. Il segretario del Mecc sottolinea che con questo fatto storico c’è l’opportunità di “riconciliazione tra fratelli in una società ricca di risorse e di innovazione, dopo che erano stati alienati l’uno dall’altro da guerre e trasformazioni globali. E così che, continua Abs “la visita di Papa Francesco può costituire senza dubbio un cambio di passo nei rapporti tra le varie componenti di una società unificata, ma annegata nelle sabbie mobili degli interessi internazionali”.

Cate Madapple
Cate Madapple
"Scientia potentia est: sapere è potere" è questo il mantra del giornalista che ad ogni nuovo giorno sa di sapere un po' di più.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles