Il Marocco dà il via libera all’uso terapeutico della cannabis

0
186
La canapa avrà un ruolo primario in Costa Rica

Il Marocco apre definitivamente all’uso terapeutico della cannabis. Il parlamento ha approvato la legalizzazione che ha come obiettivo sfruttare un ricco mercato di oltre 20 miliardi di dollari. Si tratta dunque di un provvedimento di portata storica, che cercherà anche di contrastare l’enorme illegalità dietro la produzione e la commercializzazione delle piante di marjiuana. Si stima che in Marocco circa 400.000 persona vivano grazie alla coltivazione della cannabis nelle loro abitazioni o in serre specializzate.

Marocco-Cannabis: come sarà sfruttata la legalizzazione?

Certamente d’ora in poi il Marocco avrà un nuovo mercato con cui potrà creare nuovi posti di lavoro. Infatti, come detto prima, la cannabis offre tantissime opportunità a migliaia di persone. Ovviamente, tutto il processo che va dalla coltivazione alla vendita dovrà essere salvaguardato dallo stato. La legge permetterà la creazione di un’agenzia nazionale che agirà da arbitro speciale in tutti i processi che avranno a che fare direttamente o indirettamente con la cannabis. Collegandosi all’approvazione di questa legge, molti politici del paese nordafricano hanno espresso soddisfazione. Perchè legalizzando la cannabis si cerca in tutti i modi di ostacolare il mercato nero che vede proprio il Marocco in prima fila. Uno dei più soddisfatti è il ministro dell’interno dell’Interno Abdeluafi Laftit, che in un comunicato ha bollato come urgente un provvedimento legislativo che andasse a legalizzare la commercializzazione della pianta.


Marocco versus libertà di stampa: cosa sta succedendo?

Marocco: da Marrakech a Rabat il turismo si rianima