Nonostante l’assoluzione, Asia Bibi e la sua famiglia continuano a rischiare la vita

L’estremismo islamico in Pakistan sta per toccare il picco con la storia di Asia Bibi sotto gli occhi di tutti.

Dopo la sentenza di assoluzione del 30 ottobre,  la donna non è stata mai rilasciata e la situazione in Pakistan è precipitata in una serie di manifestazioni e violenze contro la scarcerazione e la salvezza di una blasfema.

I partiti politico-religiosi hanno iniziato una campagna, guidata dalla Tehreek-e-Labbaik Pakistan, per far sì che la decisione della Corte Suprema fosse annullata.

Il TLP, guidato da Khadim Hussain Rizvi, ha terminato le giornate di contestazioni dopo aver raggiunto un accordo con il Governo contro il rilascio della donna e l’impossibilità della stessa di lasciare il Paese.

L’avvocato di Asia Bibi, Saiful Malook, intanto, è fuggito ad Amsterdam con il supporto di un gruppo olandese per i diritti dei cristiani dopo continue minacce di morte.

Nel frattempo, la famiglia e anche i conoscenti che appoggiano Asia Bibi, sono stati e continuano ad essere in pericolo di vita. Questo è quanto denuncia il marito di Asia Bibi che, con appelli disperati si sta rivolgendo a tutto l’occidente.

L’associazione “Aiuto alla Chiesa che Soffre ” ha diffuso il video della chiamata del marito di Asia Bibi con l’appello disperato dell’uomo rivolto all’Italia.

L’uomo denuncia anche l’impossibilità di recuperare del cibo per sfamare la famiglia.

Su change.org è stata lanciata una petizione per chiedere alle autorità italiane di concedere l’asilo ad Asia Bibi. L’appello è stato sottoscritto da migliaia di persone e il numero cresce fortunatamente in modo vertiginoso.

Il ministro degli Interni Salvini, su twitter, comunica che “Sul caso di Asia Bibi stiamo lavorando con discrezione e attenzione, insieme ad altri Paesi occidentali. Farò tutto quanto umanamente possibile per garantire un futuro a questa ragazza.”

Ma l’unica strada percorribile è quella diplomatica, in virtù dell’ostilità del Governo.

Intanto, i musulmani e i loro fanatismi continuano ad imperversare in strada.

Addirittura in un video divulgato su youtube, i bambini giocano all’impiccagione della donna blasfema miscredente cristiana.

 

 

 

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here