Il lato oscuro del mercato delle fragole di Varsavia

Il prezzo all'ingrosso delle fragole è in calo a Varsavia, ma i produttori affermano che hanno ancora problemi a sbarazzarsi dei loro frutti poiché alcuni acquirenti hanno escogitato il modo di ottenere grandi profitti.

0
443


Come ogni buon mercato, anche per il mercato delle fragole c’è un brusio nello scambio commerciale a Bronisze vicino a Varsavia.

Sono le 8 di mattina e i venditori di fragole stanno già facendo sconti nel mercato all’aperto, a 15 minuti di auto a ovest del centro di Varsavia. “Torna verso la fine e puoi fare dei veri affari”, dice uno degli acquirenti. “Vogliono solo chiudere e andare a casa.” Il mercato all’ingrosso, aperto 24 ore su 24, è pieno di muscolosi uomini dai capelli corti in un’uniforme di calzini bianchi, scarpe da ginnastica nere, bustine di pelle nera piene di rotoli di denaro legati attorno a pantaloncini neri. I tatuaggi del Legia Warszawa abbondano. I telefoni ronzano incessantemente, gli occhi guizzano qua e là e si spostano rapidamente, i soggetti coinvolti in questi micro calcoli elaborano in tempo reale come ciascuna delle molteplici variabili che influenzano i prezzi può evolversi nel corso della giornata.

Ci sono strategie di arbitraggio e di copertura in corso qui che farebbero arrossire i trader di Wall Street.

Prezzi al dettaglio sono in aumento

I prezzi all’ingrosso delle fragole in Polonia sono scesi quest’estate a 5 zloty (€ 1,1, $ 1,3) al chilo, rispetto ai 6,5 zloty dell’anno scorso. Ma i prezzi al dettaglio stanno aumentando. Come mai? Alcuni suggeriscono che la volatilità dei prezzi è dovuta principalmente al COVID-19, che ha causato il caos con il reclutamento del personale e il clima altalenante di quest’estate.

Quando il tempo può cambiare in pochi minuti dalla pioggia tropicale al caldo estivo secco, la domanda è impossibile da prevedere.

“Un giorno vendono rapidamente, il giorno dopo impiegano alcune ore”, afferma un trader. “A volte i commercianti comprano una maggiore quantità di fragole e sulla strada per i punti vendita in città, il tempo cambia e il prezzo crolla. Cosa fai allora?” lui chiede.

Dal lato dell’offerta, alle fragole non piace molta acqua e quando arriva il calore le fa marcire rapidamente, aggiunge. La qualità della raccolta delle fragole di quest’anno è in calo, afferma Bozena Nosecka dell’Istituto di economia agricola e alimentare. “I volumi di fragole possono essere gli stessi dell’anno scorso, ma la loro qualità è peggiore”, ha detto. Le recenti forti piogge e tempeste hanno distrutto molte piantagioni di frutta. Per i consumatori, i prezzi sono anche più elevati in parte perché gli acquirenti includono il costo del rischio.

Grande affare

Nel frattempo, da quando il governo polacco ha introdotto alcune delle misure di blocco più pesanti d’Europa a metà marzo, circa 150.000 milioni di milioni di ucraini che vivono in Polonia – il suo più grande gruppo di migranti – hanno lasciato il paese e la Polonia ha una carenza di raccoglitori di fragole.

Nel 2019 sono state raccolte 175.000 tonnellate di fragole, scese da 195.600 tonnellate l’anno prima. Secondo l’Istituto polacco di economia agricola e alimentare, la raccolta delle fragole di quest’anno non sarà inferiore rispetto al 2019. Ci sono circa 50.000 ettari di colture di fragole in Polonia. A seconda del tempo, vengono raccolti ogni anno 180-200 milioni di chili, facendo della Polonia il secondo produttore in Europa. La maggior parte delle fragole viene esportata in forma congelata, la maggior parte verso il mercato dell’UE, guidata dalla Germania con il 38%. Solo il 6% circa è destinato al consumo immediato, venduto principalmente sul mercato interno.


Il gelato fatto in casa con appena tre ingredienti
Fragole: tutti i benefici


Vendite illegali

L’ufficio del procuratore distrettuale di Mokotow a Varsavia, che fa parte del ministero della giustizia, afferma che gli scambi commerciali nelle aree commerciali che costellano la città generano milioni di zloty di perdite per il bilancio statale. Tutto viene fatto senza registratori di cassa, quindi i commercianti non pagano le tasse e molto probabilmente impiegano disoccupati, minori o stranieri.

L’ispettore Slawomir Smyk, un portavoce degli ispettori della città, afferma che i compagni ispettori di solito sanno chi è responsabile del commercio illegale. I commercianti guidano auto di lusso, che registrano a nome di famigliari.

“Basta guardare il parcheggio”, mi dice uno. “Sì, a Varsavia esiste il problema del commercio illegale. Le persone impegnate nel commercio illegale sono generalmente impiegate da gruppi più grandi e organizzati”, afferma Smyk, aggiungendo che i loro capi impiegano gli anziani o i disoccupati. “Ma a seguito di molti anni di attività di ispettori municipali, il commercio illegale è stato notevolmente ridotto a Varsavia”, afferma. Gli ispettori della città non possono fare molto, tuttavia, imponendo multe che pochi pagano. Di solito, ufficialmente, non è possibile intervenire “alla fonte” poiché il reato è commesso dalla persona che effettua la vendita fisica. “Una multa è di solito una forma di punizione inefficace perché i trader non hanno un reddito stabile”, aggiunge Smyk.

Gli ispettori della città controllano se i prezzi sono visualizzati accanto alla merce venduta, possono identificare il venditore, imporre una sanzione o presentare una richiesta di punizione in tribunale. “Coloro che commettono questa pratica violano spesso le normative fiscali, sanitarie e di ordine o epidemiologiche”, affermano gli ispettori della città. Smyk afferma che non esiste un gruppo dedicato di ufficiali per combattere il commercio illegale in città e che i commercianti si adattano rapidamente, recentemente mettendo griglie sui loro furgoni, quindi le guardie non possono estrarre la merce.