Il Governatore della Georgia fa causa al sindaco di Atlanta

Il governatore della Georgia ha intentato una causa nel tentativo di impedire al sindaco di Atlanta di far rispettare l'obbligo di indossare le mascherine.

0
637
governatore sindaco
Il governatore Brian Kemp e il sindaco Keisha Lance Bottoms

Il sindaco di Atlanta, la democratica Keisha Lance Bottoms, ha imposto l’obbligo di indossare la mascherina in pubblico. In risposta alla Bottoms, il governatore repubblicano Brian Kemp ha intentato una causa contro il sindaco. Secondo Kemp, infatti, imporre la mascherina priva la libertà.

Lo scontro Governatore – Sindaco

Il governatore Kemp aveva già vietato alle città e alle contee di firmare dei mandati per imporre delle norme anti-covid ai cittadini. In particolare, aveva annullato gli ordini sull’obbligo delle mascherine, già adottato da ben 15 governi locali.

Infatti, secondo il governatore repubblicano, le politiche dello Stato dovrebbero prevalere sulle politiche locali.

Nonostante ciò, il sindaco di Atlanta, Keisha Bottoms, ha ritenuto necessario firmare un mandato sull’obbligo delle mascherine. Kemp avrebbe quindi deciso di intentare una causa contro il sindaco della capitale della Georgia.

Tale causa contesta la decisione della Bottoms di riportare Atlanta alle linee guida della fase 1 dal 10 luglio. Ciò costringerebbe i ristoranti a chiudere, e tante altre restrizioni. Verrebbe inoltre stipulato l’obbligo delle mascherine in pubblico.

La causa vede il sindaco e il Consiglio Comunale come imputati. Infine, sostiene che il governatore Kemp abbia il potere di “sospendere gli ordini municipali che sono ritenuti contraddittori” per le leggi statali od ordini esecutivi.

Tutto ciò accade nel momento del picco dei casi di coronavirus in tutta la Georgia, tanto che si teme una seconda ondata. Infatti, secondo la Johns Hopkins University, la Georgia ha riportato oltre 127 mila casi confermati e più di 2 mila decessi.

Inoltre, lo Stato vede oltre 3 mila infezioni al giorno da quasi una settimana. La metà dei nuovi contagi si registra per l’appunto ad Atlanta, dove anche lo stesso sindaco è risultato positivo al Covid-19.

Le parole di Kemp e Bottoms

Il governatore Brian Kemp ha dichiarato: “Questa causa è a nome degli imprenditori di Atlanta e dei loro dipendenti che stanno lottando per sopravvivere in questi tempi difficili. Questi uomini e donne stanno facendo del loro meglio per mettere il cibo in tavola alle loro famiglie, mentre i funzionari locali chiudono attività commerciali e minano la crescita economica”.

La risposta del sindaco, Keisha Lance Bottoms, non si è fatta attendere. Ha infatti dichiarato di non essere preoccupata delle minacce di Kemp. Citando Audre Lorde, ha risposto: “Sono determinata e non ho paura di niente. Non ho paura che la città venga citata in giudizio, e metterò le nostre politiche contro chiunque, in qualsiasi giorno della settimana”.

Infine, la Bottoms ha anche incoraggiato Kemp in un tweet a usare meglio il denaro dei contribuenti, ad esempio espandendo i test e il tracciamento dei contatti.


Fauci: le mascherine sono estremamente importanti