Il farmacista del ghetto di cracovia – Recensione

0
334
il farmacista del ghetto di cracovia

Una memoria chiave dell’esistenza forzata degli ebrei nel ghetto di Cracovia mentre la Germania progettava l’Olocausto in Polonia.

Il libro del farmacista Pankiewicz è apparso per la prima volta in 1947, con successive edizioni in Polonia e Israele, e negli Stati Uniti nel 1987. È un resoconto di sofferenza, atrocità e perseveranza di fronte alla “crudeltà e ipocrisia” di cui l’autore parla nella sua introduzione.

“La farmacia era come un’ambasciata” Pankiewicz scrive e The Krakow Ghetto Pharmacy (Wydawnictwo Literackie, Cracovia 2013) è pieno di persone che conosceva, ammirava o è riuscito a salvare durante due precari anni di crescente terrore.

Le persone che hanno vissutto con Pankiewicz in quel periodo hanno motivato il suo libro. Molti di cui parla nelle sue pagine non sopravvissero al ghetto.

Sebbene non sia storiografia, la farmacia del ghetto di Cracovia è formato dalla forza della necessità della storia. Merita la nostra attenzione perché è un documento radicato nel luogo e negli eventi e come una panoramica dettagliata di queste persone.

Leggi Il Farmacista del Ghetto gratis su Kindle

Commenti