Il dado è tratto. Di Maio è il candidato premier per il Movimento 5 Stelle

0
358
di maio

“Non ho il compito di cambiare il M5s, ho il compito di cambiare il Paese”. E’ con queste parole che il neo candidato premier del M5S Luigi Di Maio esordisce nel suo discorso dopo la vittoria.

Malgrado sia stato un percorso movimentato e fatto di pochi consensi da parte dei suoi compagni di viaggio, il vicepresidente della Camera dei deputati ha vinto le primarie di partito per la candidatura a Presidente del Consiglio nelle prossime elezioni. Il discorso della vittoria si è interamente basato sulle intenzioni di voler cambiare l’Italia, sottolineando il proposito di creare una squadra di governo prima delle elezioni politiche, cosicchè gli italiani non voteranno a scatola chiusa e non si ritroveranno leggi che non sono in nessun programma elettorale.

Nonostante i festeggiamenti apertisi a Rimini, resta il fatto che su più di 140 mila iscritti al partito, i voti si sono ridotti a poco più di 37mila, di cui 30 mila per il vicepresidente Di Maio. Buone le reazioni di Beppe Grillo, il quale si è complimentato con il vincitore e ha ribadito che il suo ruolo nel partito resta quello di sostegno. Più amara invece la reazione di Roberto Fico, il quale, pur non avendo applaudito al neoeletto, conferma di non voler abbandonare il Movimento e che il suo silenzio rappresenta un momento di riflessione, non di certo una divisione all’interno del partito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here