Il Codice Da Vinci – recensione del film tratto dall’omonimo romanzo

"Il Codice Da Vinci" è la trasposizione cinematografica di un omonimo romanzo, fra i libri più venduti di sempre. Tom Hanks è il protagonista del noto film.

0
445

“Il Codice Da Vinci” è un film thriller del 2006, tratto dall’omonimo libro best-seller di Dan Brown. Diretto da Ron Howard e sceneggiato da Akiva Goldsman, il film include nel suo cast: Tom Hanks, Audrey Tautou, Jay Reno, Alfred Molina, Paul Betthany, Jurgen Prochnow. Grandissimo successo a livello di pubblico, il film ha tuttavia ricevuto critiche molto negative; in particolare gli si recrimina di discordare troppo dal libro per quanto riguarda il messaggio complessivo dell’opera.

TRAMA: dopo che il custode del Louvre viene trovato morto nel celebre museo: un docente universitario americano con cui doveva incontrarsi è il principale sospettato, ma non c’entra assolutamente nulla col delitto. L’unica a credergli è una giovane poliziotta legata personalmente al crimine, che lo aiuta dunque a fuggire e ad indagare sull’intrigata vicenda: quello che i due scopriranno è una congiura molto più grande di quello che chiunque possa immaginare, che coinvolge una delle sette più antiche del mondo – gli Illuminati.

Valutazione de Il Codice Da Vinci

Il libro “Il Codice Da Vinci” è un capolavoro della letteratura degli anni 2000: geniale, enigmatico, pieno di simbologia e dotato di una storia che non solo regge perfettamente, ma dà anche dei messaggi su cui riflettere. Appare quindi abbastanza sconveniente che, nel trasporlo, Hollywood lavori con una fretta tale da cancellare completamente i messaggi che il libro nasconde fra le righe, da esemplificare del tutto delle scene cardine trasformandole in momenti di mera azione, da minimizzare un’opera complessa a tal punto di snaturarla della sua intima natura. La recitazione è nella media e la sceneggiatura andrebbe bene per un B-Movie tutto azione e poca sostanza, ma trattandosi della trasposizione di un libro che di sostanza ne ha eccome questa operazione è come minimo deludente – per non usare termini più forti.

Un’unica lancia positiva si può spezzare per l’ambientazione: “Il Codice Da Vinci” è girato dal vero nel Louvre, non in uno studio appositamente costruito, e questo riesce a montare sicuramente un’atmosfera di un certo impatto. Null’altro viene però aggiunto ad un’opera che aveva invece del potenziale da vendere, e questo dispiace: il regista ha dimostrato in altre occasioni di saper girare dei film di tutto rispetto, e Tom Hanks è un’interprete sicuramente molto capace, ma neanche i più grandi talenti bastano a creare dei lavori di rilievo in totale assenza di talento. Peccato davvero: si sarebbe potuto fare molto di più.

Di seguito il trailer de “Il Codice Da Vinci”. Il film è disponibile in streaming su Rauken TV, Infinity, Tim Vision, Chili, iTunes, Now TV, Google Play, YouTube.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here