Il cibo adatto per combattere l’ansia? La top ten del migliore

0
318
giorno del ringraziamento ricette
Giorno del Ringraziamento: le pietanze fuori moda.

Il cibo può combattere l’ansia, che aumenta i livelli di serotonina, l’ormone del buonumore. I disturbi legati all’ansia di solito sono di natura psicologica, ma ci possono essere anche alcuni fattori esterni. Scopriamo quindi quali sono i migliori cibi.

1) Qual’è il cibo può aiutare il nostro benessere?

Tra i cibi per combattere l’ansia ci sono: i mirtilli. Ottimi per combattere l’ansia, dato che contengono tantissimi antiossidanti e vitamina C. Sostanze che calmano il sistema nervoso placando così l’agitazione. I mirtilli, inoltre, sono dei frutti ottimi per contrastare infiammazioni, tumori e proteggere la salute del cuore.

2) Cibo contro l’ansia: avena

Per contrastare l’ansia non può mancare l’avena, un cereale i cui carboidrati aumentano i livelli di serotonina nel cervello, migliorando così il nostro umore. La serotonina, infatti, ha un effetto calmante sul cervello e sul corpo e allevia problemi come insonnia, nervosismo e ansia. L’avena, inoltre, fa bene all’organismo perché contiene fibre, magnesio e vitamine del gruppo B, tutte sostanze ottime per la nostra salute.

3) Il miglior cibo: cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è un ottimo rimedio naturale contro l’ansia, dato che contiene flavonoli, antiossidanti che favoriscono le funzioni cerebrali migliorando il flusso sanguigno nonché la capacità di adattamento a situazioni stressanti. Inoltre, è stato dimostrato come mangiare cioccolato fondente aumenti i livelli di serotonina, e a sua volta può contribuire a ridurre lo stress responsabile dell’ansia.

4) Gli asparagi

Anche gli asparagi sono tra i migliori cibi che aiutano a combattere l’ansia, dato che sono ricchi di folati, vitamine del gruppo B che nell’organismo si trasformano in acido folico. Dato che bassi livelli di acido folico sono spesso legati all’ansia, è facilmente intuibile l’importanza degli asparagi nel contrastare stati di agitazione.

5) L’ avocado il cibo anti-ansia

Anche l’avocado aiuta a combattere l’ansia, perché è ricco di vitamine del gruppo B, che alleviano lo stress e l’agitazione, e di grassi monoinsaturi, che mantengono sotto controllo i picchi di zucchero nel sangue prevenendo così mal di testa, difficoltà di concentrazione e affaticamento. Inoltre, la vitamina B6 contenuta nel vegetale aiuta a sintetizzare diversi neurotrasmettitori tra cui la serotonina, che influenza l’umore. Infine, alcune vitamine del gruppo B come la niacina, la tiamina e la riboflavina hanno effetti positivi sul sistema nervoso, e contribuiscono ad alleviare ansia e stress.

Cibo per la mente in aiuto al nostro cervello

6) Broccoli: il cibo prezioso

Preziosa fonte di cromo, aumentano i livelli di serotonina e melatonina che aiutano a regolare le emozioni. Ne bastano 100 grammi, per esempio, per fare un pieno, pari al 150 per cento della quantità necessaria al nostro organismo, di vitamina C. Ma all’interno dei broccoli, ci sono anche importanti sali minerali, dallo zinco al ferro, e vitamine del gruppo B e K. Sono efficacissimi antiossidanti, proteggono occhi e ossa.

7) Spinaci non solo ferro

Ricchi di magnesio, aiutano a regolare i livelli di cortisolo. Questo minerale si trova anche nelle mandorle, nei cereali integrali, nelle banane. Gli spinaci sono ricchi di vitamina A e di acido folico. Sono inoltre ricchi di nitrato, una sostanza oggetto di recenti ricerche in quanto pare aiuti ad aumentare la forza dei muscoli. Contengono, inoltre luteina, utile per la salute della retina e quindi degli occhi. Sono efficaci, anche, in caso di stitichezza.

8) Patate: regalano la tranquillità

Sono sedative sia perché ricche di triptofano, sia perché appartengono alla famiglia botanica delle solanaceae, che rilassano se consumate in quantità. Le patate sono una ricca fonte di amido resistente e potassio. Per questo motivo, hanno un effetto simile alla fibra alimentare e abbassano i livelli di zucchero nel sangue. Migliorano la sensibilità all’insulina, inoltre, l’amido resistente aiuta a ridurre l’indice glicemico (IG) di un alimento.

9) Arance: il cibo che ci protegge

Fonte di vitamina C, non tengono solo lontano il raffreddore, ma contribuiscono anche a ridurre i livelli della pressione sanguigna e del cortisolo. Secondo uno studio condotto di recente in Gran Bretagna, bere succo d’arancia con costanza contribuirebbe a migliorare le funzioni cognitive degli over 65. I ricercatori hanno valutato soprattutto il potere antiossidante di questi preziosi agrumi. I benefici riguarderebbero soprattutto il miglioramento delle funzionalità cerebrali e cognitive.

10) Uovo il cibo con pochi grassi

In particolare il rosso è ricco di zinco, minerale molto efficace nel rilassamento dei muscoli (vedi i crampi) e delle tensioni. Inoltre, un singolo uovo in media contiene circa due grammi di grassi, una quantità di certo limitata rispetto ad altre fonti di proteine animali. L’uovo contiene anche ferro, fosforo e calcio in buone quantità oltre che la vitamina K2, utile per rafforzare le ossa, e le vitamine del gruppo B. Tra cui soprattutto la vitamina B12 o cianocobalamina che è molto importante nel metabolismo di carboidrati, grassi e proteine. Nelle uova troviamo anche la vitamina D che svolge numerose azioni preventive nell’organismo.