Il Capo della Polizia ha inaugurato la nuova Centrale Operativa della Questura di Catanzaro

0
359

Questo pomeriggio, il sig. Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Lamberto Giannini, ha presenziato alla cerimonia di inaugurazione della nuova Centrale Operativa della Questura di Catanzaro, realizzata all’interno del Centro Polifunzionale della Polizia di Stato, su un’area di circa 250 mq

I lavori, iniziati alla fine del 2018, hanno consentito di realizzare l’opera in tempi brevissimi; gli aspetti tecnologici e impiantistici, nonché quelli funzionali, sono stati costantemente seguiti dall’Ufficio Tecnico Logistico Provinciale della Questura in perfetta sinergia con la Zona Telecomunicazioni della Polizia di Stato di Catanzaro, mentre le opere edili sono stati progettati ed eseguiti dalla Sezione di Catanzaro del Provveditorato Statale per le Opere Pubbliche. Che alla fine hanno portato all’inaugurato la nuova Centrale Operativa

Il risultato è stato quello di aver realizzato una Centrale Operativa che coniuga la dotazione delle più avanzate tecnologie disponibili ad allestimenti ed elementi estetici che assicurano al personale che vi lavora il massimo di confort operativo, con particolare attenzione all’ottimizzazione delle postazioni di lavoro, tutte rispondenti alle migliori caratteristiche di ergonomicità.

Questa per me è un’occasione molto importante, perchè questi sono segnali di grande attenzione per il territorio. Ho avuto esperienza diretta del lavoro in Sala Operativa della Questura di Roma molti anni fa e da allora ci cono state innovazioni tecnologiche eccezionali. Ma quello che non è cambiato è la sostanza: la nostra presenza sul territorio, sempre vicini alle esigenze dei cittadini”, lo ha detto il  Capo della Polizia Prefetto Lamberto Giannini durante il suo intervento all’inaugurazione.

Alla cerimonia, con il Capo della Polizia, hanno presenziato il Questore della provincia di Catanzaro, Mario Finocchiaro, il Prefetto, Maria Teresa Cucinotta, il Direttore Centrale della Polizia di Prevenzione, Diego Parente, il Direttore del Servizio Controllo del Territorio della Direzione Anticrimine del Dipartimento della P.S., Vincenzo Nicolì, l’Arcivescovo Metropolita di Catanzaro-Squillace, Mons. Vincenzo Bertolone, il Procuratore della Repubblica Lamezia Terme, Salvatore Curcio, il Sostituto Procuratore di Catanzaro, Paolo Sirleo, il Sindaco e Presidente della Provincia di Catanzaro, Sergio Abramo, i Questori e i Dirigenti dei Compartimenti delle Specialità della Polizia di Stato della Calabria, i Comandanti Regionali e Provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco, Dirigenti e personale degli Uffici e delle Specialità della Polizia di Stato operanti nella provincia di Catanzaro, i Segretari provinciali delle Organizzazioni Sindacali della Polizia di Stato e dell’Amministrazione Civile dell’Interno, i presidenti delle Sezioni ANPS di Catanzaro e Lamezia Terme e i familiari dei caduti in servizio.

Catanzaro – Arrestato l’Assessore alla Regione Francesco Talarico per ‘Ndrangheta: indagato anche Cesa

Staletti (Catanzaro) – Ennesimo femminicidio in Italia: amante uccide 51enne

La Centrale Operativa è dotata di strumenti di alta tecnologia, vi è inoltre una sala riunioni dotata diverse postazioni cablate in fonia, idonea a funzionare anche da  “sala crisi”. La Sala Operativa è dotata  di un video-wall costituito da monitor di grandi dimensioni sul quale visualizzare, tra l’altro, cartografie con indicazione della geolocalizzazione delle pattuglie sul territorio e le immagini provenienti dagli impianti di videosorveglianza cittadini.

In Sala operativa, permanentemente audio-video collegata con la Sala operativa dei Carabinieri e predisposta per collegamenti immediati con le Specialità della Polizia di Stato e con altri Enti, sono, altresì, installati i terminali dei teleallarmi e delle videosorveglianze, del braccialetto elettronico e delle diverse applicazioni utilizzate, quali You-Pol, Secur-shop, Whatsapp ecc.

Dalla Sala Operativa è, altresì, possibile il collegamento video con le pattuglie automontate e appiedate e gli aeromobili in servizio sul territorio.