Il Cagliari cala il poker contro il Chievo: Borriello, Sau e doppietta di Joao Pedro

0
235

Al Sant’Elia va in scena il match valido per la 32° giornata di campionato di Serie A tra Cagliari e Chievo. Entrambe hanno bisogno di una vittoria per risollevare gli animi dei tifosi: i sardi non festeggiano un successo in casa dallo scorso 15 gennaio, 4-1 contro il Genoa, mentre i veneti sono reduci da 3 ko consecutivi.

Godono ambedue di posizioni tranquille in classifica, anche se il Cagliari vincendo può agganciare il dodicesimo posto e la salvezza matematica, posizione in cui si trova attualmente il Chievo, a 38 punti.

Rastelli riesce a recuperare Borriello e sceglie di schierare Sau dal primo minuto, che assieme a Joao Pedro agirà alle spalle della punta.

Maran è costretto a fare a meno di Sorrentino, Gobbi, Rigoni, Inglese e Birsa, mentre ha a disposizione Hetemaj. Il tecnico opta per un 4-3-1-2 con Meggiorini e Pellissier in avanti.

Il Cagliari si mostra subito offensivo con Borriello che al 4’, servito da un lancio di Joao Pedro, non trova la porta col diagonale.

I primi minuti sono ad alta intensità e anche se tutte e due le formazioni non sono chiamate a fare risultato si nota la voglia di vincere e di giocare bene per divertire anche i tifosi accorsi nella giornata pre-pasquale ad assistere alla partita.

Al 10’ Joao Pedro tenta la conclusione a giro sul secondo palo, ma trova la parata di Seculin che si distende e allontana il pericolo.

Basta attendere un minuto e il netto predominio dei sardi sfocia nella rete di Borriello che sigla il vantaggio con un tap-in su una respinta di Seculin su una potente conclusione di Tachtsidis. 1-0. L’attaccante rossoblù sale a quota 15 gol.

Al 16’ il Cagliari trova subito il raddoppio con Sau che, servito da Joao Pedro, insacca un diagonale sul secondo palo, dove Seculin non poteva arrivare. 2-0.

Il Chievo sta commettendo troppi errori, ma al 20’ ha l’opportunità di tornare in partita con Meggiorini, il cui diagonale secco si infrange però sul palo.

Al 27’ Maran è costretto al secondo cambio forzato perché, dopo aver dovuto rilevare Cacciatore al 19’per problemi alla coscia, il tecnico deve fare a meno anche di Meggiorini che esce in barella per un infortunio al ginocchio sinistro che appare da subito molto serio.

Al 29’ c’è una doppia opportunità per il Chievo che vede respinta sia la conclusione ravvicinata di Pellissier che il tap-in tentato da Gapke.

Al 39’ Seculin si supera con una bellissima parata su un tiro di Joao Pedro, frutto di un’azione tutta di prima del Cagliari. Un minuto dopo è proprio il centrocampista brasiliano a trovare il gol del 3-0, infilando in rete un pallone respinto da Seculin. 3-0.

Al 43’ il Chievo ha la possibilità di fare almeno un gol per tornare in campo nella ripresa con un altro spirito, ma Castro, che conclude a botta sicura, deve fare i conti con la prodezza di Rafael che salva la situazione tuffandosi e mettendo il pallone in angolo.

Il primo tempo si conclude 3-0 per la squadra di casa, che ha il controllo totale della partita. Il Chievo si è mostrato da subito poco offensivo e con pochissimo mordente, nonostante abbia creato due chiare occasioni da gol.

La ripresa è segnata da errori da parte di entrambe le squadre che, per motivi differenti, non riescono ad entrare nuovamente in partita.

Al 54’ Joao Pedro ha l’occasione di segnare il 4° gol, ma la sua conclusione rasoterra viene parata a terra da Seculin e al 55’ Sau in rovesciata per poco non segna un gol-capolavoro.

Ormai il Chievo appare senza speranze e senza forze e il Cagliari ha tante occasioni per dilagare.

Al 77’ Borriello sfiora la doppietta personale con una punizione a giro che trova la parata di Seculin, mentre al 79’ è il Chievo a provarci con Izco, il cui cross per poco non beffa il portiere rossoblù.

Al 90’, a partita quasi finita, arriva il tanto cercato 4° gol da parte del Cagliari con Joao Pedro che segna la doppietta fiondandosi su un pallone allontanato male da Seculin, autore in precedenza di una parata miracolosa su Farias. 4-0.

Il match si conclude 4-0 per il Cagliari che cala così il poker alla formazione di Maran, alla 4° sconfitta consecutiva. La bella prestazione rossoblù consente ai sardi l’aggancio in classifica a quota 38 punti, mentre il Chievo ne esce non solo sconfitto, ma anche privato di due giocatori importanti come Cacciatore e soprattutto Meggiorini, per cui si teme un lungo stop.

MARCATORI: Borriello 11’, Sau 15’, Joao Pedro 40’ e 90’

CAGLIARI (4-3-2-1): Rafael (91’ Colombo); Isla, Salomon, B.Alves, Murru; Ionita, Tachtsidis, Deiola; Joao Pedro; Sau, Borriello.

Allenatore: Rastelli

CHIEVO (4-3-1-2): Seculin; Izco, Dainelli, Cesar, Caccitore (17’ Spolli); Castro, Radovanovic, Hetemaj; De Guzman (68’ Bastien); Pellissier, Meggiorini (26’ Gakpè).

Allenatore: Maran

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo

AMMONITI: Deiola, Ionita; Castro, Cesar

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here