Il bilancio israeliano può essere salvato

Il bilancio israeliano è essenziale. Gantz continua le sue pressioni sul leader israeliano che però non vuole rispondere

0
780
Bilancio israeliano

Il ministro della Difesa Benny Gantz ha implorato il leader di Israele di approvare il bilancio israeliano. Netanyahu è stato spesso accusato di non star facendo niente e di aver trascinato Israele verso una crisi economica non indifferente. Gantz ha messo un ultimatum, entro la fine di dicembre deve esserci un bilancio, altrimenti ci saranno le elezioni anticipate.

Perché il bilancio israeliano è importante?

Tu e io sappiamo bene che il Tesoro ha un bilancio pronto per il 2021, non ti permetterò di bloccarlo”, ha esordito il ministro della difesa. Gantz pensa che Netanyahu non voglia approvare il bilancio per anticipare le elezioni. Il ministro ha continuato: “Sai benissimo che ti ho teso la mano nonostante molte difficoltà. L’ho fatto per combattere il coronavirus e prevenire i pericoli di una guerra civile. Mi sono unito a te per il bene degli israeliani, non come complice di un crimine economico e sociale contro di loro”. Il tempo per l’approvazione del Budget sta scadendo. Secondo Gantz, è nelle mani di Netanyahu “prevenire un disastro economico e sociale e fare la cosa giusta per i cittadini di Israele”.

La parola agli oppositori

Gantz ha avvertito, senza un budget e un governo funzionante, Israele avrà bisogno di nuove elezioni. Il leader dell’opposizione MK Yair Lapid ha risposto sfidando il ministro: “Va bene, ti credo. Netanyahu sta compiendo un crimine economico contro i cittadini di Israele. Ma hai intenzione di fare qualcosa a riguardo o vuoi piegarti come fai di solito?”. È da tempo che il leader israeliano sta cercando di bloccare il bilancio statale e da allora Gantz ha intensificato gli attacchi nei suoi confronti. È ovvio che il leader voglia nuove elezioni, ma la minaccia del ministro si basa proprio su questo presupposto. Gantz ha più volte ripetuto che delle nuove elezioni sarebbero preferibili a questa situazione è si è anche proposto di formare un’opposizione salda come alternativa al governo attuale.

Il bilancio israeliano causerà nuove elezioni?

In 15 mesi ci sono state tre elezioni inconcludenti a Israele. In questo periodo Gantz ha cercato di estromettere Netanyahu più volte, poi hanno deciso di firmare un governo insieme lo scorso giugno. Ai tempi era necessario unire le forze per combattere il coronavirus. Secondo l’accordo di condivisione del potere che hanno firmato leader e ministro, Netanyahu dovrebbe lasciare il potere nel novembre 2021, ma secondo Gantz questo non avverrà. Per questo motivo il ministro ha incontrato di recente l’opposizione, per discutere una possibile alleanza contro il governo dell’attuale leader. Senza un vero bilancio, i ministeri sono allo sbando, molte organizzazioni sono state costrette a chiudere e il credito di Israele con le agenzie di prestito potrebbe essere danneggiato.