Il Benevento conquista la finale playoff, decisivo il pareggio 1-1 a Perugia

0
382

La seconda finalista dei palyoff di Serie B, è il Benevento. Una stagione incredibile quella della squadra di Baroni, che da neopromossa ha saputo gestire benissimo, grazie anche ad un bel gioco, la pressione del campionato cadetto. E adesso dopo aver battuto il Perugia nella gara d’andata e aver strappato un pareggio nel ritorno, il Benevento affronterà il Carpi nella sfida finale che potrà portare un altro salto di qualità alle streghe.

https://www.youtube.com/watch?v=yu90ZKDbQRs

PRIMO TEMPO – Il match è più che mai equilibrato e dopo un miracolo dopo soli 2 minuti di Brignoli su Lopez, le occasioni da gol vanno sempre più scemando. La squadra di casa, deve vincere assolutamente per passare il turno, ma sul fattore pressing sembra avere la meglio il Benevento che sembra gestire meglio il risultato, proiettandosi in attacco, non sfruttando però le opportunità create.

Al 19° ancora la formazione di Baroni prova di sbloccare il risultato con Lucioni direttamente da calcio d’angolo, ma il suo colpo di testa finisce alto sopra la traversa. Poco più tardi tenta il tiro a rete anche Puscas, il quale rientrando in area di rigore sul sinistro non riesce ad angolare bene la conclusione, troppo centrale per creare dei seri problemi  a Brignoli.

Sul finale di primo tempo si affaccia in attacco anche il Perugia con Di Carmine, che di testa non trova lo specchio della porta, con palla che esce di poco. Al 42° primo cambio per Bucchi, fuori Brighi per un problema muscolare, al suo posto Acampora.

Partita in equilibrio nella prima frazione, con entrambe le squadre ancora in fase di studio e quindi senza creare clamorose occasioni.

SECONDO TEMPO – La ripresa è tutta un’altra storia, squadre più sciolte e più offensive, regalando così un bello spettacolo.

Il Perugia inizia benissimo, andando vicinissima al gol in più occasioni nei primi minuti, prima con Dezi e Nicastro che non trovano il tap-in vincente in area di rigore, poi con Del Prete che non trova la porta dopo essersi ritrovato il pallone addosso.

Dopo le prime preoccupazioni, il Benevento stringe i denti e reagisce, creando anche lui numerose palle gol, sia con Falco che in due situazioni non trova la gioia della rete da posizione ravvicinata e poi con Viola che con un sinistro secco dal limite dell’area crea qualche difficoltà in presa a Brignoli.

Per spezzare questo ritmo il Perugia attua un’altra sostituzione, fuori Ricci dentro Mustacchio. Partita che però non si abbassa di ritmo, anzi il tempo scorre e la tensione si alza sempre di più. Il Perugia tenta, ma per imprecisione dei suoi attaccanti o per delle belle parate del portiere avversario non riesce a trovare il vantaggio, prima con una rovesciata di Nicastro alta di poco e con Terrani che si fa parare una bella conclusione da Cragno e poi arrivato in area di rigore apre con il piattone e spara alle stelle, sciupando un’altra clamorosa occasione.

Sul ribaltamento di fronte, ci prova Cibsah a portare in vantaggio la sua squadra, ma la sua rasoiata dal limite trova l’importante intervento di Brignoli che sventa in calcio d’angolo. Al 76° cambio per entrambe le squadre, dentro Padella fuori Falco negli ospiti, mentre per i padroni di casa dentro Guberti fuori Volta.

Due minuti più tardi è ancora Brignoli a salvare il Perugia sulla conclusione a botta sicura di Puscas. Il minuto 82, è quello del definitivo vantaggio, in questa occasione ospite, grazie ancora una volta a Puscas, decisivo in questa stagione, che è il più lesto di tutti a mettere in rete la respinta corta del portiere avversario.

Forte colpo al Perugia che adesso si ritrova sotto di due gol, ma la squadra di Bucchi non si perde d’animo e dopo l’occasione di Nicastro davanti alla porta avversaria, trova il gol del pareggio, grazie allo stesso Nicastro, in un gol fotocopia al vantaggio del Benevento, mettendo dentro dopo la respinta corta di Cragno. In questi minuti finali il Curi è una bolgia, in quanto i tifosi di casa ci credono.

Ma dopo 180 minuti di sofferenze, il Benevento può finalmente festeggiare un traguardo che ad inizio stagione sembrava impossibile da raggiungere. Adesso testa solo alla finale con il Carpi, dove entrambe le squadre si giocheranno l’ultimo posto a disposizione per salire in Serie A.

Commenti