Il Bayern supera l’Arsenal 5-1 e si avvicina ai quarti

0
255

Questa sera si è disputata un altra gara d’andata valida per gli ottavi di finale di Champions League. Il Bayern Monaco di Ancelotti ospita all’Allianz Arena l’Arsenal di Wenger; nel primo tempo il risultato è fermo sull’1-1 caratterizzato da continui cambi di fronte, mentre nella ripresa i tedeschi mettono il turbo e segnano diversi goal in rapida successione, “distruggendo” gli inglesi per 5-1, ipotecando così il passaggio del turno.

https://www.youtube.com/watch?v=_fexXiEA4Sk

Sin dall’inizio dell’incontro i padroni di casa si sono resi pericolosi, affacciandosi più volte nell’area dell’Arsenal, infatti già al 10° la squadra bavarese si porta in vantaggio con una splendida invenzione di Robben che dalla fascia riesce ad accentrarsi e con un gran tiro a giro indirizzato al sette batte Ospina. La gara si fa più movimentata e l’arbitro è costretto a tirar fuori dei cartellini gialli, prima Mustafi poi Hummels che al limite dell’area di rigore spinge Sanchez su una ripartenza velenosa, concedendo una punizione ai Gunners che però calceranno sul palo protetto da Neuer che para senza troppi problemi. 

Al 29° la gara si porta in parità, Koscielny anticipa Lewandowsi che non spazza e calcia la gamba del centrocampista dell’Arsenal, l’arbitro concede il rigore battuto da Sanchez che però non tira al meglio, Neuer para, ma sulla ribattuta ancora Sanchez, più reattivo dei difensori tedeschi riesce ad imbucare la sfera.

Dopo una prima fase completamente dominata dai bavaresi, la partita si porta in equilibrio; al 33° minuto l’attaccante cileno dei Gunners è il terzo ammonito della gara. Al 36° occasione per il Bayern ma Lewandowski non inquadra lo specchio della porta, tre minuti più tardi è l’Arsenal a rendersi pericoloso con un tiro al limite di Xhaka che però non angola la conclusione e il portiere tedesco allontana. Nel minuto di recupero concesso dall’arbitro ancora un’azione per la squadra inglese, ma Neuer para con i piedi un tiro da posizione defilata di Ozil.

Nella ripresa invece assistiamo alla trasformazione della squadra di Ancelotti che non lascia più spazio agli inglesi i quali non riescono più a rendersi pericolosi.

Al 49° primo cambio, fuori un dolorante Koscielny dentro Gabriel. La formazione di Wenger è schiacciata nella propria metà campo e al 53° arriva il goal del vantaggio tedesco con Lewandowski, fino a quel momento poco incisivo sul match, l’attaccante polacco con un imperioso stacco di testa riesce a trovare il goal del 2-1 su assist di Lahm. Tre minuti più tardi ancora il Bayern in goal con Thiago Alcantara, su assist geniale di Lewandowski che con un colpo di tacco riesce a servire in corsa l’attaccante spagnolo che davanti a Ospina non fallisce.

Al 61° quarto giallo della gara affibbiato a Xhaka; i bavaresi trovano al 63° il quarto goal della serata ancora con Thiago che da calcio d’angolo recupera palla e con un tiro deviato da un difensore avversario batte l’estremo difensore.

Wenger applica dei cambi, prima fuori Iwobi per Walcott e più tardi Coquelin per Giroud; ma è sempre il Bayern a rendersi pericoloso, prima con Robben e poi con Douglas Costa.

A fine partita anche Ancelotti usa le sostituzioni a disposizione, fuori Costa dentro Kimmich, e all’87° spazio anche per Muller che un minuto dopo trova la rete del definitivo 5-1 con un mancino a giro che finisce all’angolino.

Il Bayern Monaco domina la partita dall’inizio alla fine e molto probabilmente si aggiudica il pass per approdare ai quarti di finale, l’Arsenal invece si è reso partecipe solo nella seconda metà del primo tempo, troppo poco se di fronte si ha una squadra come quella campione di Germania.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here