Il 28 marzo 1969 moriva Dwight Eisenhower

Figura di spessore sia a livello militare sia politico

0
131

Il 34° Presidente degli Stati Uniti moriva come oggi, 51 anni fa.

Chi era

Generale e politico statunitense, era conosciuto anche con il nomignolo di lke.

Generale preparato e decisamente capace, dopo una brillante carriera nello stato maggiore dell’esercito degli Stato Uniti, fu mandato in Gran Bretagna nel 1942.

Suo compito in questo caso fu il comando delle truppe statunitensi impegnate nel secondo conflitto mondiale.

Coinvolto prima nel Mediterraneo nel periodo 1942 – 1943 e dopo in Europa, dimostrò capacità politico-diplomatiche non secondarie a quelle militari.

Probabilmente proprio questa esperienza lo portò, una volta conclusa la Seconda Guerra Mondiale, a intraprendere la carriera politica.

Il suo conseguente mandato alla Casa Bianca si svolse dal 1953 al 1961.

Sicuramente il suo mandato presidenziale ebbe notorietà, ma pochi sanno che il successo riscosso a livello militare con il comando nell’operazione Overlord, ovvero il noto “sbarco in Normandia”, fu davvero notevole.

La carriera politica

Come detto, il passaggio dall’ambito militare a quello politico fu la naturale conseguenza.

Il Partito Repubblicano lo scelse per le elezioni politiche del 1952, vincendo sul candidato democratico Adlai Stevenson.

Nei suoi due mandati ottenne una tregua in Corea e si battè per allentare le tensioni della guerra fredda.

In particolare, a seguito della morte di Stalin in questo periodo, gli equilibri tra Stati Uniti e Russia si modificarono.

Conseguenza fu la firma di una trattato tra i due leader che neutralizzò l’Austria.

Ma era anche il periodo in cui le due potenze avevano sviluppato programmi per la bomba all’idrogeno.

La grave minaccia che incombeva sul mondo portò ad un incontro a Parigi tra Eisenhower e i capi di Francia, Gran Bretagna e Russia per un accordo sullo scambio di programmi tra Stati Uniti e Russia dei rispettivi stabilimenti militari.

In questo modo si forniva agli avversari servizi di fotografia aerea sui propri stabilimenti.

Le sue passioni

Eisenhower fece parlare di sè anche per le mode che lanciò.

In particolare, taluno ricorderà la giacca in “stile Eisenhower”, negli anni 60.

Gli stilisti si rifacevano al giubbotto militare doppiopetto basso, che di solito usava e che diede l’avvio a questo stile.

Inoltre, fu anche un abile giocatore di golf, sport sempre seguito, soprattutto nel mondo britannico, ma che ebbe grande impulso proprio seguendo l’esempio del Presidente degli Stati Uniti.

Commenti