Ikea apre al veganesimo: 80% di carne in meno entro il 2025

Il colosso svedese intende ridurre drasticamente l'uso di carne rossa all'interno dei propri prodotti alimentari entro il 2025. La metà del cibo Ikea sarà a base vegetale.

0
503
Ikea apre al veganesimo

La prima cosa che viene in mente, nel leggere il nome Ikea, probabilmente non è il cibo. Il colosso svedese è famoso per i suoi mobili economici ma di qualità (anche se a volte difficili da montare!). Eppure, ben 680 milioni di persone acquistano regolarmente cibo all’Ikea. Il piatto preferito di molti sono le ormai celebre polpettine svedesi a base di manzo e maiale. Ma, da oggi, Ikea apre al veganesimo, con l’impegno di ridurre il consumo di carne rossa addirrittura dell’80% entro i prossimi 5 anni.

Perché Ikea apre al veganesimo?

Il 50% del cibo prodotto da Ikea sarà a base vegetale entro il 2025. La quantità di carne rossa, invece, diminuirà addirittura dell’80%: questo è l’ambizioso progetto dell’ormai celeberrima multinazionale svedese. Le motivazioni dietro tale scelta sono naturalmente di origine etica e ambientalista. Ma la scelta di Ikea di aprire al veganesimo nasce anche dalla volontà di soddisfare le richieste dei clienti: infatti, la domanda di cibo a base vegetale è aumentata notevolmente negli ultimi dieci anni, soprattutto grazie ad una sempre maggiore sensibilizzazione sull’argomento.

Il destino delle polpettine svedesi

D’accordo, Ikea apre al veganesimo, è questa è un’ottima notizia. Ma la domanda che preoccupa la gran parte dei clienti è una sola: che fine faranno le nostre amate polpettine svedesi? Niente paura: il piatto preferito dei clienti Ikea rimarrà sul menu anche oltre il fatidico 2025. Ma non solo: Ikea propone, per i vegani, una versione a base completamente vegetale delle famosissime polpettine. Questa “palla vegetale” è fatta con proteine di pisello giallo, avena, mele, cipolle e patate. L’impatto ambientale per la sua produzione è inferiore del 4% rispetto a quello della versione a base di carne. Non resta che assaggiarle e lasciarnese conquistare.

LEGGI ANCHE: Ikea: inizia la rivendita dei mobili usati. Di cosa si tratta

Vegan Fashion Library: ecco il primo showroom ecologico