ID Volkswagen: nell’era elettrica potrebbe chiamarsi Golf

0
198

I nomi di Polo e Passat potrebbero presto scomparire. Al contrario, la prossima ID Volkswagen dell’era elettrica potrebbe prendere il nome di Golf.

La nuova ID Volkswagen sarà Golf?

A spiegare cosa succederà è Thomas Schäfer, boss del marchio Volkswagen. Il nome della Golf, ha dichiarato, potrebbe tornare alla ribalta per un modello ID completamente elettrico, non appena le omonime a combustione non saranno più prodotte.


Volkswagen ID Xtreme il concept del Suv fuoristrada


Nomi destinati a rimanere

Intervistato da Auto Express al LA Auto Show, Schäfer ha chiarito che l’ID e il nome Golf sono destinati a rimanere. “Entrambi ne hanno motivo. ID è già un logo molto noto per l’elettrificazione. Abbiamo creato la connessione tra ID e Volkswagen, e funziona. Non c’è bisogno di annullarlo o rifarlo” ha spiegato. “In secondo luogo, abbiamo marchi iconici come Golf e GTI. Saremmo pazzi a lasciarli morire. Sono tutti nomi iconici? No”.

La Polo andrà a scomparire?

“Al momento stiamo elaborando la nostra futura line-up e la logica dei nomi. Probabilmente resteremo con l’ID, ma allo stesso tempo i modelli iconici porteranno anche il loro nome, come l’ID. Buzz” ha continuato Schäfer. Quanto alla Polo, non è chiaro se il nome resterà o verrà definitivamente archiviato.

GTI al posto di GTX (forse)

C’è però anche un altro nome in ballo, ed è GTI. Sempre Thomas Schäfer ha affermato che sarà un punto di riferimento nell’elettrificazione, e che potrebbe sostituire il badge GTX. “La discussione che stiamo avendo ora è se ottenere i veicoli elettrici in prestazione e poi portare avanti il nome GTI” ha precisato. “GTX era un’idea sulla strada per l’elettrificazione, e in futuro vedremo se ne abbiamo bisogno o no”.

Primo modello nel 2028

In tutti i casi, il prossimo ID Golf si avvarrà dell’architettura elettrica SSP scalabile del Gruppo Volkswagen, ma non così presto. Il primo modello, che conosciamo come Trinity, è stato messo in pausa, e sempre secondo Schäfer vedrà la luce nel 2028 o 2029. Il prossimo obiettivo è di creare una piccola elettrica, al di sotto dei 25.000 euro. Naturalmente, il punto cruciale sarà il costo della batteria.