15 intraducibili parole straniere che parlano d’amore

Esprimere i propri sentimenti è per tutti un ostacolo che sembra insormontabile, trasformare emozioni in parole è un lavoro faticoso, eppure esistono vocaboli capaci di sintetizzare i tratti caratteristici dell’amore.

Amare è un’azione che accomuna l’intera umanità ma le lingue del cuore sono varie e diverse, difatti sono molte le parole che è impossibile tradurre da una lingua ad un’altra. Ciò che sorprende di alcune espressioni è la loro capacità di esprimere ciò che noi descriviamo in intere frasi.

Cwatch

Una breve parola che descrive una delle migliori emozioni che l’altro può regalare: il sentimento di sicurezza, l’idea di trovare rifugio tra le braccia di chi si ama riassunto in questa parola gallese.

Dor

Amare da lontano è talvolta struggente, l’attesa dell’incontro, aspettare una chiamata, un messaggio oppure, nei tempi moderni, una notifica: le lancette scorrono più lentamente. La mancanza e la nostalgia, il desiderio di attesa e la gioia di rivedere chi si ama è espressa in lingua rumena con la parola dor.

Geborgenheit 

Il significato di questa parola tedesca si affianca a quello di “Cwatch“: la sensazione di sicurezza nel trascorrere del tempo con chi si vuole bene.

Manabamate 

Derivante dal dialetto dell‘Isola di Pasqua, Manabamate indica la mancanza di appetito dovuta alla forza dell’innamoramento: sazi d’amore, il cibo non è più essenziale.

Flechazo

Se il colpo di fulmine esista o meno è un quesito irrisolto, tuttavia in spagnolo esiste una parola che indica l’amore a prima vista, lo sguardo che fa scattare la scintilla. Flechazo si riferisce al momento in cui, guardando per la prima volta il volto di una persona, ci si chiede “come le dico quale deve essere il nome di mio figlio?“.

Mamihlapinatapei

Gli occhi sono lo specchio dell’anima e dunque nascondono i desideri del cuore, nella tribù degli Yamana, vi è una parola che descrive lo scambio di sguardi pieno di desiderio: mamihlapinatapei. Due persone timide che lottano contro se stesse per fare il difficile salto nel vuoto: la prima mossa.

Koi no yokan

Quest’espressione giapponese riprende il concetto dell’incontro e del destino: guardare il sorriso di una donna o di un uomo e credere che quello sia il pezzo mancante della propria esistenza.

Odnoliub 

Nella fredda Russia il cuore si disgela nel calore dell’amore: odnoliub sta a significare l’idea che dell’anima gemella, di una sola persona da amare in tutta la vita.

Kilig 

Kilig è una parola di una lingua delle Filippine: il tagalog. Le farfalle nello stomaco, i brividi sulla schiena, le vertigini: kilig è la sintesi dei comportamenti psico-fisici che l’amore causa.

Iktsuarpok 

Questa parola dalla difficile pronuncia, derivante dalla lingua di un piccolo popolo dell’Artico, Inuit, si ricollega al termine “dor“, difatti nasce dalla fusione tra la tensione e l’emozione di attendere l’incontro con qualcuno cui si tiene.

Merak

L’amore è una corazza contro il mondo, essere innamorati equivale ad essere assorbiti da una bolla che ci allontana dal caos, ci oscura dal mondo, dandoci in cambio pace e armonia e degli occhiali che ci facciano vedere un universo roseo. Merak in serbo esprime questa sensazione.

Viraha

Si ama di più ciò che non si ha. La sensazione di nostalgia che si avverte prima di salutare la persona amata in hindi si traduce con viraha. Spesso quest’emozione ci spinge a dimostrare maggiormente il nostro amore, a stringere maggiormente l’amato in virtù della imminente separazione.

Retrouvailles

Ogni partenza, solitamente, sottintende un ritorno: riabbracciare chi si ama, rivedere un volto che era stato sfocato dai ricordi, scatena un impulso di felicità incommensurabili. In francese questa parola indica la quiete dopo la tempesta, ovvero la gioia dopo la lunga distanza.

Oodal

In ogni relazione il litigio è una costante, tuttavia è difficile provare rabbia a lungo verso chi si ama, eppure l’orgoglio spinge ad una situazione che in lingua tamil è definita oodal. Si tratta di una finta rabbia che cela però la gioia della riappacificazione.

Cafuné

I romantici portoghesi ci regalano una singola parola che racchiude un gesto d’amore: il passare le dita della mano tra i capelli di chi si ama. Un atto di tenerezza e di affetto: cafuné.

Il linguaggio dell’amore è di quello del corpo e della mente, tuttavia queste parole ci permettono di dipingere i nostri sentimenti senza parafrasarli e soprattutto senza possibilità di tradurli nella nostra lingua madre: ciò permette di mettersi a nudo senza scoprirsi troppo.

Citazione tratta dalla sitcom How I Met Your Mother (2005-2014)

«C’è una parola, in tedesco, Lebenslangerschicksalsschatz. E la traduzione più vicina è “Dono del destino di tutta una vita”. [..] Il Lebenslangerschicksalsschatz non è una cosa che si sviluppa con il tempo. E’ una cosa che succede all’istante. Ti passa attraverso come l’acqua di un fiume dopo una tempesta che ti riempie e ti svuota allo stesso tempo. Lo senti in tutto il corpo, nelle mani, nel cuore, nella pancia, sulla pelle e ovviamente anche nello Schlauchmachendejungen.
Scusa il francesismo. Qualcuno ti ha mai fatto sentire cosi’? » « Si’, penso di si’.»
«Se ci devi pensare, non lo hai provato.».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here