I social media peggiorano la polarizzazione politica

0
281
I social media peggiorano la polarizzazione politica

Secondo un report pubblicato dalla NYU Stern Center for Business and Human Rights, i social media peggiorano la polarizzazione politica. Gli autori raccomandano il governo federale americano ad adottare misure contro le piattaforme tecnologiche. Le piattaforme di social media hanno tuttavia respinto le accuse di intensificare la polarizzazione politica. 

I social media sono responsabili della polarizzazione politica?

Un nuovo report, pubblicato dalla NYU Stern Center for Business and Human Rights, afferma che le piattaforme tecnologiche non sono riuscite ad “autoregolarsi a sufficienza”. Proprio a tal proposito chiede l’intervento del governo. Gli autori del report raccomandano al governo federale USA di dare la priorità ai piani per adottare requisiti di trasparenza più severi. Inoltre, chiede altre misure per le piattaforme tecnologiche nel tentativo di combattere la polarizzazione sui social media. Gli autori citano l’assalto al Campidoglio del 6 gennaio come esempio di social media che contribuisce alla polarizzazione politica che si trasforma in un danno nel mondo reale. Nel report si legge: “Non stiamo parlando solo di polarizzazione politica in astratto, ma a queste conseguenze molto specifiche che stiamo vedendo fondamentalmente erodere gli aspetti della democrazia e delle relazioni civili tra le persone e la fiducia nelle istituzioni e così via”.

Cosa raccomanda il report?

Il report raccomanda al comitato ristretto della Camera che indaga sull’insurrezione di dedicare “ampie risorse” per determinare come la tecnologia sia stata utilizzata per incitare alla violenza il 6 gennaio. Raccomanda inoltre al Congresso di autorizzare la Federal Trade Commission (FTC) a redigere e applicare nuovi standard per la condotta del settore. Si chiede anche di approvare una legislazione che imponga una maggiore divulgazione sul funzionamento interno delle piattaforme. Il rapporto sollecita il presidente Biden a persuadere i legislatori e il pubblico a confrontarsi con la polarizzazione online. Questo per evitare “versioni future” dell’insurrezione del Campidoglio.

Il report raccomanda alle società di social media di adeguare i propri algoritmi nel tentativo di depolarizzare le proprie piattaforme in modo più sistematico. Il report chiede infine che le piattaforme siano più trasparenti nel rivelare cosa stanno facendo e come stanno prendendo le loro decisioni per “contrastare i sospetti” che le decisioni siano prese per scopi politici.


Leggi anche: Biden contro i social: uccidono la gente con disinformazione