I rischi della Paleo Dieta

0
365

La mancanza di cereali, in particolare quelli integrali, nella Paleo Dieta può portare a una maggiore produzione di molecole TMAO (trimetilammina-N-ossido) aumentando il rischio di malattie cardiache. A rivelarlo è uno studio realizzato dall’Australia’s Edith Cowan University e pubblicato sul Giornale europeo della Nutrizione. La molecola Tmao è un vero e proprio veleno per il nostro organismo e la sua produzione è legata all’eccessiva assunzione di lecitina e carnitina.

alt="paleo dieta"

Che cos’è la Paleo Dieta

La Paleo Dieta, detta anche Dieta Paleolitica, è un regime alimentare che si ispira all’alimentazione dei nostri antenati. Secondo il suo ideatore, Loren Cordain, nutrizionista dell’Università del Colorado e appassionato dell’alimentazione dell’era paleolitica, gli uomini dell’età della pietra vivevano di caccia e pesca e mangiavano soltanto carne, bacche, frutta e verdura. La Paleo Dieta, quindi, non prevede l’assunzione di carboidrati come pasta e pane, né latticini, cereali, legumi, sale, zuccheri raffinati e olio. Escludendo qualsiasi tipo di cereale, tuttavia, si priva il nostro organismo di una fantastica fonte di amidi e di fibre che sono di vitale importanza per la salute del nostro microbioma intestinale.

I rischi della Paleo Dieta

La Paleo Dieta è un regime alimentare particolarmente seguito in Australia. Proprio qui è stata condotta una ricerca sui possibili rischi di una dieta che omette completamente alcune tipologie di alimenti. Secondo i primi risultati di questi studio, nelle persone che seguono una Paleo Dieta sono stati trovati, in misura doppia rispetto ad altri soggetti, alcuni valori del sangue che sono strettamente legati allo sviluppo di cardiopatie. In particolare la ricerca ha analizzato gli effetti della Paleo Dieta sui batteri intestinali. I ricercatori hanno analizzato 44 persone che seguono la dieta paleolitica e 47 che, invece, seguono una tradizionale dieta australiana. Nel corso della ricerca hanno misurato i livelli di trimetilammina-N-ossido (TMAO) presenti nel sangue dei partecipanti. Le TMAO sono componenti organiche prodotte nell’intestino e un’elevata percentuale di questi componenti è associata a una maggiore probabilità di malattie cardiache.

La dottoressa Angela Genoni, direttrice della ricerca, sostiene che, vista la popolarità crescente della Paleo Dieta è importante conoscere l’impatto che questo regime alimentare può avere sulla salute delle persone. “Molte persone che seguono la Paleo Dieta” spiega la dottoressa Genoni “sostengono che sia benefica per il loro intestino, ma la nostra ricerca ha rilevato che, quando questo regime alimentare porta a un’elevata produzione di TMAO nell’intestino, si ha un impatto inverso in termini di salute cardiaca”. La ricerca ha anche rilevato che nei soggetti che seguono la Paleo Dieta c’è una minore presenza di batteri buoni. Questo fenomeno è causato da una scarsa assunzione di cereali integrali, che può portare anche allo sviluppo di malattie croniche a lungo termine.

alt="paleo dieta"

La crescita dei livelli di TMAO è legata all’assenza di carboidrati

Secondo la dottoressa Genoni è proprio la carenza di carboidrati una delle principali cause degli alti livelli di TMAO nelle persone che seguono la Paleo Dieta. “Abbiamo riscontrato” spiega la ricercatrice “che la scarsa assunzione di cereali integrali è associata ai livelli di TMAO. Nelle persone che seguono una dieta regolare, invece, si sono riscontrati minori rischi di malattie cardiovascolari”. I cereali integrali sono una risorsa importantissima di amidi resistenti che insieme ad altre fibre sono fondamentali per il microbioma intestinale.

“Dal momento che la TMAO è prodotta nell’intestino” spiega la dottoressa Genoni “la mancanza di cereali integrali può cambiare la popolazione dei batteri buoni, favorendo la crescita di questi componenti. In più, la Paleo Dieta include ogni giorno porzioni abbondanti di carne rossa, la quale porta alla produzione di TMAO. I seguaci di questa dieta consumano il doppio dei livelli raccomandati di grassi saturi e questo è preoccupante”.

Nonostante la Paleo Dieta si ispiri a un regime alimentare naturale, seguito dai nostri antenati milioni di anni fa, si conferma sempre la buona regola del mangiar sano: non eccedere con alcuni alimenti e non eliminarne del tutto altri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here