I propositi per il nuovo anno: fonte di stress o buona pratica?

0
151

E’ appena iniziato il nuovo anno, e, come ogni anno passato, è tutto un imperversare su social, chat e discussioni tra amici di buoni propositi per gli imminenti 365 giorni. 12 mesi di nuove possibilità, sfide e speranze. Si, perchè generalmente per ognuno di noi, il passaggio da un anno ad un altro rappresenta un momento per bilanci; e soprattutto la possibilità di ricominciare diversamente la propria vita, reindirizzando abitudini e pensieri.

Ma è sempre positivo darsi obiettivi, fissare traguardi, elencare priorità, che se non si dovessero raggiungere, non farebbero che aumentare il nostro senso di frustrazione e percezione di incapacità? E’ giusto puntare di più su se stessi, ma è opportuno farlo senza osare troppo; o bisogna oltrepassare il limite delle nostre reali possibilità per spingerci più vicini ai nostri sogni e sperare di realizzarli?

In un tempo in cui non si ha più tempo per nulla, se non quello di correre dietro cogenze e necessità quotidiane, in cui si rincorrono scadenze fissate da altri, la lista degli obiettivi sembrerebbe l’ennesimo onere e fatica da assolvere, la corsa per spuntare un’altra casella da condividere sui social e sentirsi più o meno accettati.

Se vissuta nel modo giusto, però, l’abitudine di fissare un elenco di priorità per il nuovo anno, può essere stimolante e divenire una buona pratica. Non ci sono regole per prevenire errori o garantire il raggiungimento dei risultati, solo qualche consiglio per programmare i propri obiettivi in modo efficace. Non si devono irreggimentare i sogni, ma studiare attentamente la strada per raggiungerli è fondamentale. Ecco alcuni consigli:

1- NON PORSI METE TROPPO AMBITE: si rischia di desistere o di tralasciarle dopo pochi giorni. Una buona dose di realismo e concretezza può essere fondamentale soprattutto nella fase iniziale di un processo di cambiamento.

2- SCOMPORRE IL PROPRIO OBIETTIVO in tappe intermedie. E’ un modo per renderlo più perseguibile e controllarne il raggiungimento a scadenze prefissate.

3- STILARE UNA LISTA DI OBIETTIVI CHE COSTITUISCONO I PROPRI “DESIDERATA” E NON QUELLI DEGLI ALTRI. Crederci e desiderare fortemente il risultato, è l’unico modo per ottenerlo.

4- INIZIARE CON I PROPOSITI PIU’ SEMPLICI DA RAGGIUNGERE, in modo da avvertire da subito un senso di gratificazione ed un aumento dell’autostima nel momento in cui vengono perseguiti. Saranno il motore per conseguire gli obiettivi successivi.

5- DISTINGUERE NELLA PROPRIA LISTA DEI BUONI PROPOSITI TRA RISULTATI DA RAGGIUNGERE E BUONE ABITUDINI DA ASSUMERE NEL CORSO DELL’ANNO. Modificare il proprio stile di vita può essere il primo passo per ricavare le energie utili per ottenere i risultati più concreti in ogni ambito della propria vita.

6- CONCEDERSI TEMPO ed ACCETTARE EVENTUALI “CADUTE”: le nuove abitudini per potersi consolidare hanno bisogno di tempo, così come ne è necessario per abbandonare quelle vecchie. Il cambiamento richiede impegno, e la pazienza per perdonarsi se si ricade, a volte, in vecchi errori.

7- CONDIVIDERE IL PROPRIO PERCORSO CON LE PERSONE PIU’ VICINE, non per ostentare i propri risultati o subire maggiormente eventuali insuccessi. Potrebbe essere utile per affrontare insieme possibili difficoltà in un percorso che potrebbe essere anche comune.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here