I panda giganti non sono più in pericolo

0
160

I panda giganti non sono più in pericolo, hanno detto i funzionari cinesi. Decenni di lavoro per salvare le creature hanno contribuito a portare la loro popolazione in natura a 1.800 esemplari.

I panda giganti non sono più in pericolo?

Cui Shuhong, direttore del Dipartimento di Protezione Ecologica Naturale del Ministero dell’Ecologia e dell’Ambiente, ha detto in una conferenza stampa che la specie sarà riclassificata come vulnerabile. La Cina ha passato mezzo secolo cercando di aumentare la popolazione dei suoi famosi animali. Ha creato vaste riserve di panda in diverse catene montuose nel tentativo di salvarli dall’estinzione. Sono stati tolti dalla lista in pericolo dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) già nel 2016.

Le riserve naturali

La Cina ha creato un sistema di riserve naturali relativamente completo”, ha detto Cui mercoledì. “Grandi aree di ecosistemi naturali sono state sistematicamente e completamente protette, e gli habitat della fauna selvatica sono stati efficacemente migliorati”. Anche le popolazioni di alcune altre specie rare e minacciate stanno gradualmente recuperando. “Specie come le tigri siberiane, i leopardi dell’Amur, gli elefanti asiatici e gli ibis crestati hanno visto aumentare significativamente il numero degli esemplari“, ha detto.


A Pechino s’investe in Parchi: 26 nel 2021 (Video)


La storia dei panda giganti in Cina

I panda giganti sono tristemente difficili da allevare, con le femmine in grado di rimanere incinte solo per 24-72 ore ogni anno. Dagli anni ’70, i funzionari cinesi hanno lavorato su una campagna di alto profilo per far crescere il loro numero. Per contrastare la perdita di habitat, i funzionari hanno creato riserve naturali appositamente progettate in aree dove la loro principale fonte di cibo, il bambù, è abbondante. Nel 2017, la Cina ha annunciato piani per una riserva di 2.7133 chilometri quadrati, tre volte la dimensione del Parco Nazionale di Yellowstone. I panda sono conosciuti in Cina come una specie ombrello. Significa che gli esperti credono che le misure per proteggerli aiuterebbero a proteggere altre specie, così come l’ecosistema più grande.