I negoziati sulla Brexit e l’impatto sulla crescita della sterlina

0
339

I  colloqui commerciali sulla Brexit sono diventati il ​​principale fattore trainante per il cambio della sterlina in euro nelle ultime settimane. 

Sebbene il Coronavirus e i successivi blocchi abbiano svolto un ruolo nel determinare le fluttuazioni della sterlina, con la fine del periodo di transizione della Brexit che si avvicina sempre più, la promessa di un accordo è diventata un punto focale.

Eppure questa settimana è stato annunciato poco sviluppo per entrambe le parti, con conseguente tasso di cambio “tranquillo”.

L’esperto di valuta

La sterlina è attualmente scambiata a un tasso di 1,1223 contro l’euro al momento della scrittura., l’esperto di valuta Michael Brown di Caxto Fx ha condiviso le sue intuizioni sui tassi attuali e su come potrebbero cambiare nei prossimi giorni.

“Ieri la sterlina ha calpestato la valuta comune, con la mancanza di notizie dai colloqui commerciali post-Brexit combinata con flussi di fine mese piuttosto fiacchi nella coppia che hanno portato a condizioni piuttosto tranquille”, ha detto.

“La coppia rimarrà guidata dalla narrazione oggi, con particolare attenzione ai colloqui di cui sopra e alle ultime voci e rapporti di fonti da loro”.

Lo scenario di un accordo

Alcuni esperti dicono che un accordo tra il Regno Unito e l’UE sarebbe lo “scenario migliore per entrambe le parti”.

Ciò è particolarmente vero dato l’impatto che la pandemia di coronavirus ha avuto durante tutto l’anno.

“Un accordo commerciale tra Regno Unito e UE sarebbe lo scenario migliore per entrambe le parti e contribuirebbe a generare crescita in quello che è un clima fragile e colpito da una pandemia”, ha affermato George Vessey, stratega valutario britannico per Western Union Business Solutions.

“Gli occhi sono puntati sull’allentamento dei secondi blocchi e sulla rapidità con cui le economie possono riprendersi.

“Se il Regno Unito e l’UE non riescono a raggiungere un accordo e commerciare secondo i termini dell’Organizzazione mondiale del commercio, ciò aumenterà i costi commerciali, sotto forma di tariffe più alte, quote e altre barriere non tariffarie.

“Sulla base dei risultati passati, quando i timori per la Brexit senza accordo aumentano, la sterlina cade e quando le speranze di un accordo aumentano, la sterlina aumenta.

“Il mercato sta attualmente scontando maggiori possibilità di un accordo, da qui il recente rialzo della sterlina, ma questo aumenta il rischio di ribasso per la sterlina se un accordo non viene raggiunto”.

I soldi dei viaggi

Nonostante le continue turbolenze dei tassi di cambio, molti britannici potrebbero prepararsi per una vacanza nelle prossime settimane.

Il divieto di viaggio dovrebbe terminare il 2 dicembre e il governo ha annunciato il suo nuovo schema di “test per il rilascio” impostato per ridurre la quarantena da 14 giorni a cinque per coloro che forniscono un test covid negativo cinque giorni dopo il loro ritorno a casa.

Con questo in mente, molti britannici devono cambiare i soldi del viaggio.

Fare shopping è fondamentale per ottenere le migliori tariffe.

Fortunatamente, con l’attuale blocco che finirà anche il 2 dicembre, i negozi non essenziali stanno riaprendo i battenti, il che significa che la maggior parte dei rivenditori di denaro da viaggio saranno aperti per affari.


Commenti