I migliori metodi anticaldo creativi e senza condizionatore

0
559

Anche quest’anno il 28 giugno, in molte città si è assistito a un picco di caldo con temperature da record. Un’estate prima del 1901, Willis Carrier inventò l’aria condizionata e rivoluzionò la possibilità di avere nelle nostre case, uffici e centri commerciali. Una miglior vivibilità, mentre fuori le temperature estive erano bollenti. Ma quali metodi anticaldo alternativi venivano utilizzati prima di questa scoperta?

Quali erano i metodi anticaldo?


Un intraprendente giornalista del Boston Globe lo ha chiesto ad alcune persone illustri. “Non lo so”, ha detto JB Smith, il segretario privato del governatore, di Boston,  prima di lanciare al giornalista uno sguardo, tutt’altro che rassicurante e atterrita. Ma come ci racconta la storia, in tutte le epoche, molti uomini si sono distinti per la loro creatività e ingegno, architettando metodi alternativi, per affrontare anche il caldo. Eccone alcuni, che sono risultati efficaci.

La poltrona a ventaglio

Uno dei primi, fu John Cram, che inventò un prototipo di raffreddamento intelligente nel 1780. E durante la calda estate della convenzione costituzionale, anche, George Washington pagò 32 scellini e 6 pence per  averne uno e lo fece spedire a Mount Vernon, dove è ancora in mostra una replica. Il funzionamento dell’attrezzo era meccanico. Attraverso il movimento dei piedi, veniva azionato il ventilatore che si muoveva sopra la loro testa, proprio come qualcuno avrebbe alimentato una vecchia macchina da cucire. Secondo quanto riferito, anche Benjamin Franklin ne possedeva uno , ma il dispositivo sembra non aver avuto un grande impatto sul mercato di massa.

Dormire sotto i portici

Nel 1910, il Presidente William Howard Taft, fece erigere un ” portico per dormire ” sul tetto della Casa Bianca . Divennero così,  molto popolari all’inizio del XX secolo, poiché attraverso una schermatura fornivano sia un luogo fresco per dormire, che l’accesso all’aria fresca. Un’edizione del 1916 di Popular Science riportava persino l’invenzione di un portico per dormire a misura di bambino che, come gli odierni condizionatori per finestre, poteva essere installato in qualsiasi grattacielo urbano, permettendo alle madri, tutto il tempo per fare le faccende domestiche, mentre i pargoli si riposavano al fresco.

Le tende da sole in tela

Le tende da sole sono in uso da oltre 2000 anni. Si ritiene che siano state utilizzate dalle civiltà egizia, siriana e romana. Infatti, uno dei sistemi di tende da sole più famosi del vecchio mondo era il Velarium che ombreggiava le aree di seduta del Colosseo romano. È probabile che la tenda da sole sia praticamente antica quanto i primi materiali tessuti e che l’uomo abbia scoperto i comodi benefici dell’ombra.  Poi nella seconda metà del XIX secolo, nuovi colori e motivi hanno contribuito a rendere le tende da sole in tela più che di un’utilità necessaria: sono diventate una caratteristica decorativa chiave di una casa. “Per quanto riguarda i colori, le combinazioni più ricche ed efficaci sono le sfumature dell’arancione, del marrone o del verde”, riferì la rivista The Ladies’ World nel 1896.


Aria condizionata nei propri vestiti: la nuova rivoluzione firmata Sony!


Le case dogtrot tra i metodi anticaldo

Un dogtrot è un design di casa che si trova in molte aree della parte rurale meridionale degli Stati Uniti. Il concetto di una casa dogtrot include una distesa aperta nel mezzo della struttura. Quell’area aperta si estende dalla parte anteriore a quella posteriore della casa, consentendo all’aria di circolare liberamente attraverso lo spazio. Il nome fantasioso di questo ampio passaggio centrale deriva dal fatto che un animale domestico potrebbe facilmente utilizzare lo spazio per attraversare con facilità dalla parte anteriore a quella posteriore della casa.

Il punkah

Il punkah (pronuncia Hindi: pankha) è un tipo di ventilatore usato nei primi anni del 500 a.C. Nel suo senso originario, il punkah era una ventola portatile realizzata con foglie di Palmyra. Nell’era coloniale il termine venne in uso, in particolare da parte degli anglo-indiani dell’India britannica, per indicare un grande ventaglio basculante, fissato al soffitto e azionato da un inserviente, un coolie detto “punkawallah”. La data di quest’invenzione non è conosciuta, ma era nota agli Arabi già nell’VIII secolo.

Il latticello

l latticello, buttermilk o buttermilch (I nomi con cui è chiamato all’estero), è un prodotto della trasformazione della panna in burro ed è molto utilizzato nella cucina angloamericana.  Nonostante venga eliminata la parte grassa, il latticello contiene comunque lattosio quindi NON è indicato per gli intolleranti. Ma è considerato “Un ristor.” per chi lo beve, “sperimentando un rinvigorimento istantaneo!”.

Il ventilatore elettrico Crocker-WHeeler era uno dei metodi anticaldo

Ha debuttato nel 1890, e fu ideato da  l’americano Schuyler Skaats Wheeler all’età di soli 22 anni nel 1882. Mise a punto il primo ventilatore elettrico. All’inizio munito di sole due pale, ma poi venne commercializzato dall’American firm Crocker & Curtis electric motor company, e  successivamente con dimensioni maggiori, venne utilizzato in spazi molto grandi, come nei cinema.