I Malmö ci presentano il loro Manifesto della chimica romantica

0
130

Uscirà il prossimo 13 Ottobre il disco d’esordio dei Malmö: Manifesto della chimica romantica. Prodotto da Massimo De Vita (Blindur) per l’etichetta Manita Dischi, il primo disco dei quattro ragazzi campani è composto da dieci tracce, tutte collegate da un unico filo conduttore: il tema del viaggio. Il nome del gruppo, infatti, ci rimanda immediatamente alla città svedese, meta di un viaggio prefissato ma mai raggiunta per motivi organizzativi.

Lo stile dei pezzi è un pop con influenze rock molto comune nei gruppi emergenti che tentano di affacciarsi alla diffusione musicale contemporanea. Oltre al viaggio, chiaramente i temi toccati sono l’amore, specie quello sofferto e non ricambiato -nel pezzo Polaroid c’è la descrizione di come sarebbe stata la storia d’amore se non fosse finita- le feste, l’allegria e la malinconia delle cose che terminano troppo presto o che non vanno come vorremmo. Oltre alle chitarre che impetuose esplodono improvvisamente, è notevole l’uso strategico dei carillon e del glockenspiel. Ecco le tracce:

1. L’alba di un giorno di festa
2. La deriva
3. Il principio di Archimede
4. Polaroid
5. A chi è lontano
6. Jules Verne
7. Le regole della resa incondizionata
8. Manifesto della chimica romantica
9. Senza macchie (L’alba di un giorno di festa parte II)
10. I treni e le scie

Il singolo apripista è L’alba di un giorno di festa, diretto da Gabriele Napolitano.

Un grande in bocca al lupo ai ragazzi, speriamo possiate raggiungere tutte le mete prefissate!

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here