I Gatti ci Proteggono dagli Spiriti: In che modo?

0
1984
Gatti

I gatti ci proteggono dagli spiriti e dalle energie negative. In molte culture asiatiche sono considerati protettori spirituali. Alcuni ritengono che i gatti trasferiscano la loro energia astrale strofinandosi contro i propri compagni umani. Sono vere le leggende sui gatti protettori di spiritualità?.

I Gatti : La storia esoterica e il loro potere magico

I gatti ci proteggono dagli spiriti e dalle energie negative. Questa è l’opinione di chi possiede un gatto in casa! In diverse culture, soprattutto asiatiche, sono considerati protettori spirituali. Quello che sappiamo è che sebbene non siano creature supreme, non sono nemmeno esseri ordinari! La loro aura consente di mantenere il luogo di casa al sicuro. L’aura dei gatti è ampiamente conosciuta come una forza astrale.

Questi magnifici felini, inoltre, sono capaci di neutralizzate la negatività. Un’animale capace di rilasciare vibrazioni positive attorno a sé. Non abbiamo basi scientifiche dimostrate, ma sappiamo che essendo un’animale estremamente empatico è capace di estrema ‘vicinanza’. Captare odori e stimoli di genere superiore al cane, grazie ai sensi molto sviluppati. Molte volte i gatti all’interno della propria abitazione scelgono zone geopatogeniche. Sono i luoghi in cui scorre una quantità di energie negative. I gatti possono combattere quelle energie perché sono canali attraverso i quali viene trasmessa l’energia cosmica.


Animali Domestici – A cosa serve il tira graffi per i nostri amici gatti….


I gatti ci proteggono in base al colore del pelo?

Tra i pensieri sviluppati tra i possessori di gatti è risultata una novità. In base al colore del pelo del gatto i poteri assumono diverse predisposizioni:

  • I gatti neri sono migliori contro maledizioni e poteri occulti, avrebbero la capacità di proteggere dalle energie negative. Portatori di saggezza;
  • I siamesi portatori di successo e veri e propri elisir di lunga vita;
  • gatti rossi umoristi per natura capaci di intrattenere il proprio coinquilino umano per ore e portatori di energie positive;
  • Il gatto calico, cioè il Maneki Nekoportafortuna giapponese. 

A tramandare questa idea dei gatti guardiani protettori è proprio una lettera “Os gatos nos curam” scritta in portoghese. Questa narrerebbe l’importanza di questi esseri nella nostra vita. Se il tuo gatto scopre che stai bene e senza pensieri, non dormirà con te. Se c’è qualcosa di strano che ti sta succedendo attorno, salterà sul tuo letto per proteggerti!.


Animali Domestici – Ecco le razze ideali per chi soffre di allergia ai gatti


Maneki Neko, in Giappone un gatto scaccia guai

Il Maneki Neko noto come “gatto della fortuna“, è un portafortuna giapponese. Raffigurante un gatto intento a chiamare a sé lo spettatore. Quante volte entrando in un ristorante asiatico hai incontrato questo simpatico gatto intento a muovere la sua zampetta? Secondo la cultura giapponese queste sculture porterebbero fortuna. Secondo le leggende locali ogni volta che un gatto assume questa posa sul suo proprietario si riverserà una vasta dose di fortuna.

Sono due i racconti di origine giapponese che lo raffigurano. Nel primo racconto si narra di un uomo salvato da un gatto durante una forte tempesta. Nel secondo più spaventevole, si narra di una geisha profondamente innamorata del suo gatto che un giorno lo vide essere decapitato dal padrone di casa con una spada. Quando la testa del gatto cadde a terra si ritrovò tra la geisha e un serpente che stava per attaccarla, salvandole così la vita.

Entrambe le storie con il medesimo epilogo, la costruzione di una statua in oro per glorificare il ricordo del gatto.


Animali Domestici – Dieci cose che fanno in segreto i proprietari gatti e non…


La moneta del Maneki Neko

Maneki neko spesso vengono anche raffigurati nel mentre trattengono nella loro zampetta una moneta d’oro, chiamata Koban. Utilizzata in Giappone nel Periodo Edo. Un koban vale un ryō, un’altra antica moneta Giapponese. Un ryō può essere paragonato indicativamente a mille dollari. La moneta è legata al ruolo del gatto nell’attrarre la buona fortuna e le ricchezze. Non sorprende quindi che spesso i maneki neko siano usati come salvadanai, un’usanza risalente al 1890. Ad ognuno di noi sarà capitato, entrando o uscendo da un ristorante asiatico, di lasciare una moneta a un maneki neko. Questa usanza si avvicina molto alla nostra, lanciare una moneta in una fontana per buon augurio o in un pozzo dei desideri.

Curiosità sui gatti protettori