Il brivido dei film horror e’ sempre apprezzato da molti. Ma cosa fareste voi, amanti del tetro, se ci fosse la possibilita’ di vivere un’esperienza terrificante in uno dei luoghi piu’ oscuri del globo

Basandoci sull top 10 di Travel365, noi del PeriiodicoDaily abbiamo raccolto i 10 luoghi piu’ terrificanti del mondo. Se siete temererai, amanti del tetro, e volete vivere in prima persona il gusto della paura oltre i limiti dell’horror, questi sono i posti dove prenotare le vostre avanze esitive.

Scozia: Il Castello di Edimburgo

La capitale scozzese, oltre ad offrire un architettura meravigliosa ed un verde degno delle leggende celtiche , cela , all’interno del suo meraviglioso castello, una sorpresa inquietante : fantasmi. Figure tipicamente associate alla cultura anglosassone, i fantasmi sembrano abitare il meraviglioso castello scozzese da secoli. Moltissimi ricercatori ( circa 240) monitorano dal 2001 i fenomeni paranormali all’interno della struttura, affermando di aver non solo visto i nostri trapassati amici, ma di averli sentiti ed essere stati toccati. Un’esperienza decisamente (e letteralmente) da urlo!

View of Edinburgh Castle late afternoon.


Bolivia: la strada piu’ pericolosa del mondo


Se il vostro terrore non sono i fantasmini ma le strade di montagna, strette e in curva, allora vi sconsiglio di andare in Bolivia per quest’estate! Per arrivare dalla capitale La Paz al paesino di Corioco, bisogna percorrere Il Cammino della morte: una strada lunga 60 km ma stretta 3 metri , senza parapetti e ai lati ben 600 metri di altezza. Ideale per chi fa paracadutismo ma di certo non per chi passa in auto in un territorio decisamente umido e….scivoloso.

Il Cammino della morte, Bolivia.

Italia: Poveglia, il lazzaretto

Bella ma tremenda, l’isoletta di Poveglia si trasformo’ in un lazzaretto per le vittime della Peste Nera. Durante l’epidemia del ’700,divento’ infatti una vera e propria fossa per gli appestati. Un inferno di morte e dolore in terra. Successivamente, come se non bastasse, venne costruito un ospedale psichiatrico dove i pazienti venivano tremendamente torturati. Ad oggi, l’isola e’ chiusa al pubblico: chissà per quale oscuro motivo…

Poveglia

Colorado: Stanley Hotel

Tutti conosciamo Shining , il film re degli horror e capolavoro indiscusso di Stephen King. Ma non tutti sanno, probabilmente, che le leggende sul lussuoso hotel sono tutte vere: lo stesso scrittore ha affermato di aver sentito bimbi piangere, voci sinistre e melodie inquietanti. Chi e’ cosi’ coraggioso da prenotare una stanza?

Stanley Hotel

Italia: l’Ex manicomio di Montebello

La nostra bella Italia e’ piu’ sinistra di quel che sembra. A Montebello, quello che fu la villa di Ferdinando IV di Borbone, e il quartier generale di Napoleone Bonaparte , diventò un ospedale psichiatrico esempio di cattiva sanità. Un numero ingestibile di pazienti in esubero, con soli 6 medici, sono indice delle terribili condizioni del posto. Voci affermano, inoltre, che sugli stessi numerosissimi pazienti venivano fatti dei terribili esperimenti non autorizzati. Un pozzo, profondo ben 60 metri, può forse suggerire un macabro destino per i pazienti innocenti?

Ex manicomio di Montebello

Inghilterra: Hellingly Hospital

Fondato nel 1904 e chiuso nel 1994, e’ anch’esso luogo di sofferenza. I pazienti, trattati con lobotomia feroce ed elettroshock mortale, veniva utilizzati a scopi disumani e torturati. Moltissimi medici, per esubero, buttavano i pazienti fuori dall’ospedale, lacciandoli a morte certa. Sembra però che niente sia del tutto morto all’interno del terribile manicomio inglese..

Manicomio di Hellingly

Giappone: Aokigahara

Nella meravigliosa terra dei ciliegi, ai piedi del sacro Monte Fuji, esiste la foresta dei suicidi. Il terribile, ma stupendo luogo, conta 50 suicidi ogni anno. La storia terribile, affascina i visitatori che sono dissuasi dal suicidarsi dai cartelli appesi agli alberi. Pare che il suicidio sia assistito dai demoni della mitologia giapponese che, vivono tra le rocce di questo locus amoenus di morte.

La foresta dei suicidi, Giappone

Turkmenistan: la porta dell’inferno

Se ardete, letteralmente, dalla voglia di andare all’Inferno, il posto giusto e’ il Turkmenistan. Qui, un cratere di ben 100 metri, perforato per caso dai russi, funge da porta diretta per gli Inferi. Quando Shakespeare diceva che l’Inferno e’ in terra, non aveva mica tutti i torti…

La porta dell’inferno, Turkmenistan

Akodessewa: Togo

Rimedi alternativi al mal di schiena ? IL mercatino dei feticci di Lome’, capitale di Togo, e’ sicuramene il posto giusto. Teste di animali essiccate sono dei souvenir che potrete sicuramene acquistare . Gli abitanti del possono ricorrono spesso e sovente a questa “ medicina” oscura e alternativa, dove il curatore, dopo aver inflitto delle ferite al paziente, introduce la soluzione con la testa di animale scelta e boom, la magia e’ fatta.

Mercato di feticci

Messico: L’isola delle bambole impiccate

Il Messico ci regalo uno spettacolo oltre il creepy. L’Isla DE LAS MUNECAS e’ una laguna terrificante dove e’ possibile scorgere bambole appese che si presentano decapitate, senza un arto, o senza gli occhi. Lo spettacolo tetro, secondo alcune voci, sembra riprendere la storia dell’eremita Julian Santana Barrera. L’uomo, dopo aver trovato il corpo di una bimba morta in mare, appende la sua bambola, trovata poco dopo, ad un albero per ingraziarsi lo spirito della bimba. Pare che divenne un ossessione, tanto da portare Julian a nutrire i corpicini di plastica.

L’isola delle bambole impiccate, Messico

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here