I dati suggeriscono che l’Europa sta perdendo le foreste a ritmi allarmanti

0
203

Negli ultimi anni l’Europa ha perso delle foreste notevolmente grandi. Questo a causa della deforestazione. Questo suggeriscono i dati, riducendo la capacità di assorbimento di carbonio del continente e forse causando problemi più ampi.

L’UE sta cercando con dei tentativi di combattere la crisi climatica.

Molte foreste dell’UE che rappresentano circa il 38% della superficie terrestre sono utilizzate per la produzione di legname e quindi raccolte regolarmente.

Ma la perdita di biomassa è aumentata del 69% nel periodo dal 2016 al 2018, rispetto al periodo dal 2011 al 2015, secondo i dati satellitari.

L’area della foresta raccolta è aumentata del 49% nello stesso confronto, pubblicato sulla rivista Nature Research.

Ciò indica che in un breve periodo si è verificata molta più raccolta, anche tenendo conto dei cicli naturali e dell’impatto di eventi come incendi boschivi e forti nevicate.

Si prevede che l’area indicata ha una varierà di meno del 10% circa. Questo a causa dei cicli di coltivazione e semina. In effetti simili, secondo Guido Ceccherini del Centro comune di ricerca dell’UE, autore principale dello studio.

È quindi probabile che altri fattori ci sia un aumento della domanda del legno. Come combustibile e mercati più grandi per legname o altri prodotti in legno. I dati satellitari potrebbero quindi essere un indicatore precoce di richiesta insostenibili di legna nelle foreste dell’unione europea.

Se ti è piaciuto l’articolo leggi anche: Tutelare le foreste: una risorsa economica e necessaria

Commenti