I Bitcoin possono essere riciclati dai criminali?

0
154

Le criptovalute e, in particolare i Bitcoin, sono state osteggiate dai governi fin dalla loro introduzione. Molti pensano che sia solo perché sono in grado di aggirare il sistema finanziario bancario classico, ma in realtà la verità ha varie sfaccettature, e una di queste è la possibilità da parte dei criminali di utilizzare la valuta e persino nasconderla, per generare profitti sommersi. 

Questa preoccupazione, per alcuni potrebbe essere una pura invenzione, ma in realtà bisogna valutare attentamente questa ipotesi, dal momento che è già capitato che i criminali utilizzassero i Bitcoin per effettuare le proprie transazioni online. È possibile dunque che i Bitcoin vengano nascosti? In realtà il sistema non funziona così, e ti spiego subito perché.

Pagare con Bitcoin lascia sempre una traccia sulla blockchain, quindi le transazioni eseguite utilizzando la criptovalute non possono essere nascoste. Devi considerare la blockchain come un quaderno in cui vengono scritti tutti i passaggi di mano della valuta, quindi in un dato punto troverai sicuramente la transazione eseguita da un criminale, con il suo IP, per poterlo così incastrare. Certo, a questo punto si apre un discorso a parte, dove il cybercriminale potrebbe aver mascherato il proprio IP, tuttavia non è un dettaglio che analizzerò in questo articolo. 
Il crescente utilizzo di Bitcoin ha portato molte nazioni ad adeguarsi, creando delle proprie criptovalute come lo Yuan digitale cinese, quindi la valuta, come ho sottolineato più volte, è destinata a restare sul mercato per lungo tempo, e bisogna abituarsi al suo funzionamento. Se hai un po’ di dimestichezza con il mondo delle criptovalute, prima di continuare a leggere l’articolo ti invito a dare un’occhiata a Bitcoin Up, una piattaforma tramite la quale accedere ai mercati in modo semplice e veloce, basta configurare un account e accedere alla piattaforma. Naturalmente per investire in Bitcoin e altri asset devi avere una buona conoscenza dell’ambito, non lanciarti a capofitto e continua a informarti prima di investire. Mi raccomando, utilizza sempre il buonsenso

Nascondere i Bitcoin, cosa c’è di sbagliato nell’affermazione

Come ti ho spiegato nel paragrafo precedente, le criptovalute non sono fisiche ma digitali, quindi le persone per scambiarle devono utilizzare Internet. La blockchain è una tecnologia sicura e affidabile, dove tutte le transazioni sono visibili, un registro che può essere consultato da chi possiede i Bitcoin e, volendo, anche dalle forze dell’ordine, che possono risalire a transazioni specifiche.

Trattandosi di un sistema decentralizzato, tutti i partecipanti della rete hanno una copia completa della blockchain, quindi è paradossalmente più verificabile e accessibile rispetto a transazioni bancarie o di denaro in contanti. Nessun criminale sano di mente utilizzerebbe Bitcoin per svolgere attività criminali vere e proprie, mentre il discorso cambia quando si fa riferimento al riciclaggio di denaro, dove il problema potrebbe invece porsi maggiormente.