I Bitcoin in El Salvador anche nei suoi McDonald’s

0
592
Bitcoin valore

I Bitcoin, da questa settimana ha iniziato ad essere accettata come moneta a corso legale. Ma solo in El Salvador, il paese centroamericano è diventato il primo al mondo a riconoscerla. Ora è possibile acquistare anche nei McDonald’s con i Bitcoin.

Che cosa sono i Bitcoin?

Il Bitcoin è una criptovaluta e un sistema di pagamento valutario internazionale creato nel 2009 da un anonimo inventore o gruppo di inventori. Noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, che sviluppò un’idea da lui stesso presentata su Internet a fine 2008. Con il termine Bitcoin con l’iniziale maiuscola si riferisce alla tecnologia e alla rete, mentre se minuscola si riferisce alla valuta in sé.

Bitcoin spiegato in 3 minuti

Dagli esperti di finanza il Bitcoin non viene classificato come una moneta, ma come una riserva di valore attualmente molto volatile. A differenza della maggior parte delle valute tradizionali, il Bitcoin non fa uso di un ente centrale né di meccanismi finanziari sofisticati. Il valore è determinato unicamente dalla leva domanda e offerta. Esso utilizza un database distribuito tra i nodi della rete che tengono traccia delle transazioni. Ma sfrutta la crittografia per gestire gli aspetti funzionali, come la generazione di nuova moneta e l’attribuzione della proprietà dei bitcoin.

La rete consente il possesso e il trasferimento pseudo-anonimo delle monete

I dati necessari a utilizzare i propri bitcoin possono essere salvati su uno o più personal computer o dispositivi elettronici quali smartphone, sotto forma di “portafoglio” digitale o mantenuti presso terze parti come una banca. Il wallet bitcoin ha un indirizzo identificato da un codice alfanumerico che possiede tra i 25 e i 36 caratteri tra numeri e lettere. E’ l’unico dato da comunicare per ricevere un pagamento che godrà di un certo grado di anonimato, ma sarà allo stesso tempo pubblicamente e immutabilmente visibile sulla blockchain per sempre. Occorre fare molta attenzione nella trasmissione del codice alfanumerico in quanto eventuali errori non consentono di annullare l’operazione e causano la perdita del denaro.

Bitcoin: I 3 fattori che incidono sul prezzo

È possibile ricevere pagamenti più semplicemente

Attraverso la scansione di codici QR, in ogni caso, i bitcoin possono essere trasferiti attraverso Internet verso chiunque disponga di un “indirizzo bitcoin”. La struttura peer-to-peer della rete Bitcoin e la mancanza di un ente centrale rende impossibile a qualunque autorità, governativa o meno, il blocco dei trasferimenti, il sequestro di bitcoin senza il possesso delle relative chiavi o la svalutazione dovuta all’immissione di nuova moneta.

Perché El Salvador ha scelto i Bitcoin?

Lo stesso El Salvador detiene attualmente 550 BTC nelle sue casse, che attualmente si traduce in oltre 25 milioni di dollari. Le transazioni Bitcoin sono state abilitate per acquistare cibo in tutte le 19 sedi McDonald’s in tutto El Salvador, nonché per ordinare la consegna, tramite il processore di pagamento con sede in California OpenNode, che ha stretto una partnership con la catena di fast food.

Anche i McDonald’s accenttano i Bitcoin

OpenNode ha anche accennato ad altri luoghi e aziende in cui sarai in grado di scambiare la tua criptovaluta abbastanza presto. Tra cui il famoso McDonald’s. “OpenNode ha lavorato con tutti i tipi di grandi aziende in El Salvador per consentire i pagamenti in meno di due mesi”, afferma Julie Landrum, responsabile della crescita dell’azienda, in una dichiarazione. “Dai portafogli digitali agli operatori di rete mobile, dalla grande distribuzione alle compagnie assicurative, dai fast food alle aziende industriali”. “Per paesi come El Salvador, Bitcoin rappresenta un’incredibile opportunità economica”, aggiunge.  “Non potremmo davvero essere più entusiasti di vedere in anteprima il futuro e dimostrare il potere di pagamenti migliori per soldi migliori”.

Un cambiamento difficile

Tuttavia, l’adozione da parte di El Salvador della nuova valuta digitale non è stata così semplice. Il cambiamento è diventato oggetto di proteste e speculazioni sul riciclaggio di denaro sporco dopo essere stato accelerato al congresso e attuato in pochi mesi dal presidente Nayib Bukele. Anche l’app del governo per l’archiviazione di Bitcoin si è bloccata poche ore dopo il tanto atteso lancio e ha smesso di funzionare per ore a causa dell’aumento della capacità del server, causando apparentemente un crollo del prezzo globale della valuta. “Comprando il calo”, il presidente ha twittato il 7 settembre, il che avrebbe potuto significare che stava approfittando del calo dei prezzi globali, o che era da McDonald’s a prendere del ketchup per le sue patatine fritte.