I Baci Perugina cambiano gusto e si vestono d’oro

0
1292

Arriva una grande novità per tutti i golosi e soprattutto per gli storici fan dei Baci Perugina. I mitici cioccolatini infatti giungono sul mercato in un gusto e in una veste del tutto aggiornata. Il tradizionale incarto argentato che simboleggia le classiche praline al cioccolato fondente verrà affiancato da una inedita versione dorata che indicherà anche un innovativo sapore dei cioccolatini. E così, dopo le edizioni speciali del Bacio bianco e di quello rosa al Ruby chocolate, è pronto a fare il suo debutto quello che è stato definito il Bacio Gold.

Perugina ha annunciato che i Baci dorati saranno protagonisti del mercato in questi mesi e che verranno prodotti in edizione limitata fino alla prossima primavera. Stando a quanto comunicato dall’azienda umbra durante la presentazione della nuova pralina, la sua ricetta tiene conto delle ultime tendenze in fatto di gusti dei consumatori. Infatti, considerando che gli acquirenti stanno andando sempre di più verso gli snack al caramello, sarà questo l’ingrediente principale del cioccolatino dorato.

I Baci Perugina Gold sono al caramello.

I Baci Perugina in edizione Gold sono nati dalla maestria dei cioccolatieri della scuola della società umbra che per l’occasione hanno stretto una collaborazione con gli svizzeri di Barry Callebaut, specializzati in prodotti al cacao di alta qualità. Il caramello non è stato semplicemente aggiunto al tradizionale ripieno dei dolciumi umbri, ma la fa da padrone con un nuovo rivestimento in color ambra ottenuto con aggiunta di latte. Non mancherà ovviamente la mitica nocciola tostata in cima alla pralina, e nell’incarto saranno presenti gli iconici bigliettini contenenti frasi romantiche.

Baci Perugina: dal cioccolato fondente al caramello

In occasione della presentazione al pubblico dei suoi nuovi Baci Perugina al caramello, la società dolciaria ha definito la sua ultima creazione «un’esperienza di piacere intenso». In attesa di capire se il cioccolatino dorato incontrerà il favore del pubblico, questo è comunque un nuovo prodotto che va ad aggiungersi a tutti gli altri lanciati negli ultimi anni e che sono andati ad affiancare la popolare pralina fondente che addirittura è stata inventata negli Anni Venti, quando di certo non si poteva nemmeno immaginare che sarebbe diventata una delle leccornie più famose al mondo.

7 luglio, la giornata mondiale del cioccolato

Infatti in origine Luisa Spagnoli lo creò come prodotto al risparmio e per limitare i costi di produzione decise di impastare i residui di granella di nocciola usata per altri dolci che in quel periodo costavano meno del cioccolato. Quindi completò il tutto aggiungendovi una nocciola intera ed una copertura al cioccolato fondente. Poco entusiasta della forma risultata dal suo lavoro, li chiamò addirittura «cazzotti» perché le ricordavano un pugno chiuso.

Come sono nati i Baci Perugina.

Le cose cambiarono quando alla guida dell’azienda arrivò Giovanni Buitoni. Questi si rese conto che l’immagine e il nome di un pugno erano poco delicati per un cioccolatino dolce, e così scelse un nome molto più romantico e tenero, Bacio. Da quel momento cominciò il grande successo dei mitici Baci Perugina che ora si preparano a conquistare i golosi di tutto il mondo con la nuova veste dorata al caramello.