Huawei vs Android: arriva il primo prodotto col nuovo sistema operativo!

Huawei ed Android: un rapporto burrascoso che ha subito un'inaspettata evoluzione. Nel frattempo, il colosso cinese fa ulteriori annunci...

0
617

Dopo le polemiche riguardanti l’ipotetica fine dei rapporti fra Huawei ed Android scatenata dalla politica di Donald Trump, ed il conseguente annuncio di un nuovo sistema operativo sviluppato autonomamente da Android per i propri dispositivi futuri, l’azienda cinese va avanti con numerosi progetti. Lo scorso venerdì, infatti, la Huawei ha presentato il suo primo telefonino dotato della tecnologia 5G per la navigazione su internet, annunciando inoltre che il prodotto sarà presto disponibile in tutto il mondo. Insieme a questo annuncio ne arriva un secondo: la pubblicazione di smart TV basate sul nuovo sistema operativo Huawei, Hongmeng.

Per quanto riguarda il cellulare 5G, il suo nome è Mate 20 X 5G e sarà distribuito in Cina con il prezzo iniziale di 6199 yuan (circa 900 dollari). Questo prodotto disporrà ancora di Android come sistema operativo: vengono confermate quindi le voci circa la continuazione del rapporto professionale fra le due aziende. Per quanto riguarda, invece, le smart TV, si tratterà di vari modelli facenti parte di una linea chiamata “Smart Screens”: si tratterà quindi dei primissimi dispositivi a disporre di Hongmeng come sistema operativo. Il CEO dell’azienda definisce “Smart Screens” come un prodotto che mira a diventare il fulcro dell’interazione fra intrattenimento televisivo e comunicazione fra i membri della famiglia nel salotto di casa.

Il futuro di Huawei: ecco cosa accadrà nei prossimi mesi

A questo punto, come da copione, Huawei ha condiviso con il pubblico alcune informazioni su Hongmeng, rivelando che ad oggi non è previsto l’utilizzo di tale sistema operativo per gli smartphone ma soltanto per prodotti collaterali, come appunto le smart TV. Tanto rumore per niente quindi: le pressioni di Trump ad oggi non bastano per far cessare un rapporto professionale che va avanti da moltissimo tempo, forse proprio perché ad Android non conviene più di tanto rinunciare ad un partner popolare come Huawei.

L’ambasciatore di Pechino assicura il Regno Unito: Huawei non è coinvolta in spionaggio

Vedremo quali altre novità seguiranno nei prossimi mesi, e se Android riuscirà a diventare leader nel settore della telefonia, battendo quindi la Samsung come ha già fatto con Apple. Bisogna sottolineare che all’orizzonte è ormai presente l’accesa concorrenza di Xiaomi, azienda che sta iniziando ad ottenere numeri davvero importanti nel settore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here