Hong Kong al voto senza opposizione

0
358
Elezioni Hong Kong

Oggi, 19 dicembre, Hong Kong va al voto. Si tratta delle prime elezioni del Consiglio legislativo da quando è entrata in vigore la legge sulla sicurezza nazionale. Queste elezioni sono segnate da un’oppressione senza precedenti. Hong Kong si ritrova infatti senza opposizione.

Hong Kong al voto: saranno elezioni senza opposizione?

Oggi, 19 dicembre, si terranno ad Hong Kong le prime elezioni del Consiglio legislativo da quando è entrata in vigore la legge sulla sicurezza nazionale. Le elezioni sono segnate da un’oppressione senza precedenti. La maggior parte dei partiti d’opposizione si è dovuta sciogliere, molti dei loro sostenitori sono in prigione e diversi politici dell’opposizione sono stati arrestati con l’accusa di tentata sovversione. Alla vigilia del voto le autorità hanno emanato mandati di arresto contro cinque attivisti pro-democrazia, che si sono rifugiati all’estero, ritenuti colpevoli di aver esortato gli elettori a boicottare il voto. Il silenzio che avvolge queste elezioni è allarmante. Per le strade nessuno distribuisce volantini o intona slogan per la paura di essere arrestati. Solo 11 candidati sui 153 ammessi si sono dichiarati anti-Pechino.  

In base alla nuova legge elettorale, solo 20 membri su 90 saranno eletti con il voto popolare. Ai 40 membri nominati dal Comitato elettorale pro-Pechino si aggiungeranno poi 30 deputati scelti tra i rappresentanti delle professioni legati al governo.

La paura dell’astensionismo

Le autorità sono preoccupate per un eccessivo astensionismo. L’ultimo sondaggio dell’Hong Kong Public Opinion Research Institute ha mostrato che il 36% degli intervistati è intenzionato a non votare. La governatrice di Hong Kong, Carrie Lam, nel tentativo di minimizzare il possibile flop delle elezioni, ha affermato che qualora ci fosse bassa affluenza, ciò significherebbe che i cittadini sono soddisfatti del governo attuale. Tuttavia, Lam ha annunciato che i mezzi pubblici saranno gratis, una decisione volta ad incentivare i cittadini a recarsi alle urne.


Leggi anche: Ha 20 anni il più giovane condannato a Hong Kong