Hong Kong. Al Polytechnic University continua la resistenza degli studenti. Oggi l’irruzione della polizia

0
217

E’ delle ultime ore la notizia del blitz delle forze di polizia cinesi presso il Polytechnic University di Hong Kong. Lo stesso sarebbe l’ultimo campus probabilmente ancora occupato dagli attivisti. Oggi, dopo circa due settimane di assedio, le forze dell’ordine hanno fatto irruzione negli spazi universitari per raccogliere prove e oggetti pericolosi, ovvero per rintracciare eventuali altri occupanti ancora presenti.

Solo la settimana scorsa l’ultimo importante assedio, quando le squadre di polizia circondavano il terreno e un gruppo di attivisti cercavano disperatamente il modo di fuggire o nascondersi. Per più quindici giorni, centinaia di manifestanti hanno fortificato il campus della penisola di Kowloon, scontrandosi con la polizia antisommossa.

Gran parte del campus è danneggiato, con stanze vandalizzate e finestre infrante, sebbene l’elettricità e l’acqua funzionino ancora. In una biblioteca, la maggior parte dei libri non è stata toccata anche se sono state rinvenute bombe artigianali sui banchi. Tuttavia nelle ultime due settimane, i manifestanti hanno dato alle fiamme edifici, stazioni di transito di massa e caselli presso il tunnel del porto di Cross City che collega l’isola di Hong Kong a Kowloon.

Commenti